Dimitrov: “Felice di tornare a Barcellona, lì dove tutto è iniziato”

Dimitrov: “Felice di tornare a Barcellona, lì dove tutto è iniziato”

10 anni fa il 16enne giovane talento Grigor Dimitrov veniva omaggiato di una wild card al torneo ATP 500 di Barcellona, giocando così il suo primo match in carriera in un evento ufficiale ATP World Tour. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti…

di Gabriele Congedo

Ci sono voluti ben 5 anni, ma finalmente il vincitore delle ultime Netto ATP Finals Grigor Dimitrov ritorna a giocare all’Open Blanc Sabadel di Barcellona (mancava dal 2013), lì dove tutto è iniziato.

Il bulgaro, già da juniores si era allenato in Spagna per diverso tempo, e 10 anni fa, allorchè aveva solo 16 anni, ricevette per la prima volta in carriera una wild card per partecipare al main draw di un evento ufficiale ATP World Tour proprio a Barcellona. “Essere tornato qui mi riporta alla mente tanti ricordi positivi” afferma il numero 5 del mondo. Tornare qui è come fare un salto indietro nel tempo a quando ero un tennista juniores, e su questi campi mi allenavo e costruivo pian pianino la mia carriera; è come essere tornato ragazzino“. E Grisha spera che giocare in questo posto, a lui così familiare, possa aiutarlo a produrre altre buone prestazioni sulla terra rossa, dopo la buona settimana di Montecarlo culminata con il raggiungimento della semifinale. Come inizio, non è stato male. Dopo aver perso al terzo turno a Miami ero un po’ preoccupato, del fatto di non aver potuto giocare abbastanza match prima di Montecarlo. Ma tutto sommato, questo mi ha dato la possibilità di riposarmi un po’, ricaricare le batterie e prepararmi per un buon inizio sulla terra; e l’inizio, ripeto, non è stato affatto male, non lo nascondo”.

Grigor Dimitrov a Montecarlo la scorsa settimana
Grigor Dimitrov a Montecarlo la scorsa settimana

Ma il bulgaro non vuole solo un buon inizio, ma vuole mantenere un gioco consistente sulla terra, superficie sulla quale ha vinto uno dei suoi 8 titoli ATP in carriera. “Gli anni passati, sentivo di aver giocato bene sulla terra, ma anche che avrei potuto fare meglio. Sono cresciuto su questa superficie, e sento che si adatta bene al mio gioco, quindi spero già questa settimana di poterne dare ulteriore prova qui a Barcellona”. Il tabellone del torneo catalano, pur essendo “solo” un torneo 500, è di tutto rispetto: oltre a Dimitrov, presenti in tabellone sono anche Nadal, Thiem, Goffin, Djokovic. “E’ magnifico vedere tutti questi grandi campioni qui, pronti a scendere in campo. Credo che ognuno di loro abbia fame di vittoria e la cosa mi esalta, sono contento e pronto a competere al meglio anch’io” .

Infine, l’aver perso da Nadal la scorsa settimana nel Principato, non ha tolto a Grigor la voglia di continuare a crederciCredo che tutto sia possibile. Credo sia sbagliato non mantenere alte le proprie aspettative in un torneo, non importa se Roger (Federer, ndr) o Rafa sono nel tabellone; se vuoi diventare il migliore, devi riuscire a battere i migliori a un certo punto, e io non mi tiro indietro!” Dimitrov esordirà nel secondo turno (ha il bye al primo incontro) contro Gilles Simon. In bocca al lupo, Grisha, e bentornato a Barcellona, dove tutto è iniziato!

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Chiara Scardazzi - 6 mesi fa

    Bel tennista! Ha un bel servizio e ricorda abbastanza Federer come stile e fisico esile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mihaela Serbanoiu - 6 mesi fa

    Ragazzi ce qualcosa che non quadra: Grig ha 26 anni, 12 ani fa, aveva solo 14 ….la matematica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gabriele Congedo - 6 mesi fa

      Ciao Mihaela, e grazie del commento. Era il 2008, Grigor aveva 16 anni, quindi si tratta di 10 anni fa, mia svista, chiedo venia :) Grazie mille per la segnalazione, a volte anche un ingegnere sbaglia i calcoli più semplici 😛

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vera Angioi - 6 mesi fa

    In bocca al lupo Grigor

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy