E’ di David Goffin il miglior occhio del circuito ATP?

E’ di David Goffin il miglior occhio del circuito ATP?

Il titolo provocatorio di questo articolo è dato dal fatto che David Goffin è il più vincente giocatore della storia contro un avversario ben preciso e particolare: l’occhio di falco.

di Andrea Rossi, @andrerossitweet

E’ una off-season piena di statistiche quella che conclude il 2017 e apre il 2018. Oggi analizziamo la classifica di chi ha avuto più ragione utilizzando l’occhio di falco.
L’Hawk’s Eye è stato introdotto agli US Open del 2006 e da allora ha rivoluzionato profondamente il tennis. E’ una tecnologia che ha prodotto molta più certezza nei giocatori ed evitato moltissime liti in campo, perchè quando si parla di millimetri in molti possono credere di avere ragione. Ma qual’è il giocatore che ha chiesto più verifiche? Chi quello che ha avuto maggior successo? Ecco la classifica. occhio di falco

CONSIDERAZIONI –

David Goffin è il più vincente (in percentuale) in questa speciale classifica con il 44% di richieste vinte.
Al secondo posto Julien Benneteau con il 42,1%.
Il più assiduo utilizzatore dell’occhio di falco è anche uno dei suoi maggiori critici Roger Federer che ha richiesto la verifica elettronica per 622 volte nella sua carriera avendo ragione per 218 e, quindi, fermandosi al 35% di percentuale di successo.
Nadal ha ragione nel 32% delle verifiche e Djokovic nel 37,8%.
Dato interessante quello di Dominic Thiem che, nella sua ancor breve carriera ha richiesto l’occhio di falco ben 132 volte avendo ragione il 31,8% delle volte.  Ma nella lista non convergono solo i giocatori attivi, possiamo anche vedere nomi illustri come Nikolay Davydenko (a occupare la quarta posizione), Benjamin Becker, Xavier Malisse, Lleyton Hewitt o Andy Roddick.Da segnalare la fittissima presenza spagnola nella classifica: Fernando Verdasco (34’9%), Albert Ramos (33’3%), Feliciano López (32’2%) e Rafa Nadal (32’0%).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

0
Articolo successivo

Recupera Password

accettazione privacy