Mauresmo: “Murray non merita di diventare il numero uno finchè… non lo diventa”

Mauresmo: “Murray non merita di diventare il numero uno finchè… non lo diventa”

Amelie Mauresmo pensa che lo scozzese meriti di arrivare al top della classifica come premio per il suo impegno.

Commenta per primo!

Dopo la conferenza stampa a Parigi Bercy per annunciare  la squadra di Fed Cup per la finale contro la Repubblica Ceca, Amelie Mauresmo commenta l’obbiettivo di Andy Murray di diventare numero 1 al mondo.

AMELIE REALISTA “Non posso dire che Andy se lo meriti perché non lo ha ancora fatto, è il ranking a dire chi se lo merita. Ma io vorrei veramente che diventasse numero uno, lui ha sempre avuto una grande perseveranza. E se lui non lo farà alla fine dell’anno, ci proverà a Indian Wells e Miami l’anno prossimo”.

EQUILIBRIO MENTALE E OBBIETTIVI – La francese pensa che Andy abbia cambiato la sua personalità sebbene quando lei era suo coach, ogni tanto Murray diceva brutte parole rivolte al suo box: “Lui non è molto calmo, ma ha trovato un equilibrio.Ha gestito la paternità e questo è  importante. Io penso che lui possa giocare al suo livello per molte altre stagioni. Diventare il numero uno al mondo non era il suo obiettivo quando abbiamo iniziato a lavorare insieme, ma con il passare del tempo lo è diventato”

CALCOLI– Lo scozzese ha bisogno di raggiungere la finale al Masters 1000 di Parigi questa settimana e sperare che Novak Djokovic venga eliminato prima delle semifinali oppure, il britannico potrebbe prendere il posto del serbo se incoronato campione battendo un qualsiasi giocatore, tranne ovviamente Nole.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy