Roger Federer: “Dopo alcune discussioni, ora sono amico di Rafa”

Roger Federer: “Dopo alcune discussioni, ora sono amico di Rafa”

Giocate le semifinali del penultimo appuntamento 1000. Il desiderio di tutti si è avverato: puntata #38 della Fedal. Ecco le dichiarazioni dei protagonisti

2 commenti

Dopo le semifinali odierne, con le vittorie dei favoriti Rafael Nadal e Roger Federer rispettivamente su, Marin Cilic e Juan Martin Del Potro, tutti gli appassionati di tennis, domani potranno assistere al 38° atto della Fedal. La Leggenda continua, con il toro spagnolo più agguerrito che mai, soprattutto dopo le ultime 4 sconfitte consecutive contro l’elvetico, dopo averlo battuto ben 23 volte. Grande prestazione anche oggi per il numero 1 al mondo, che dopo la vittoria sofferta, ma positiva, contro quel Grigor Dimitrov che già a Melbourne lo aveva messo in difficoltà, ha vinto ulteriormente in semifinale contro Marin Cilic, allungando la propria striscia di vittorie consecutive a 16 match. Soddisfatto come il maiorchino, lo sarà certamente anche The King, che sfiderà, dopo le 3 vittorie di quest’anno sull’eterno amico-rivale, ancora in finale, la terza tra i due quest’anno, mentre l’altro incontro è andato in scena a Indian Wells agli ottavi. 

RAFAEL NADAL: DIETA VINCENTE- Il periodo d’oro di Rafa, che ha decisamente svoltato nel corso della seconda parte di stagione, conquistando di fatto US Open e vetta della classifica, secondo lo spagnolo, è da attribuire ad una dieta, “vincente”. Nel corso di un’intervista in settimana a Marca, il maiorchino ha parlato di come si stia concentrando proprio sul peso, sui cui si è soffermato di nuovo in conferenza post-partita quest’oggi.  “Non ho perso molto peso ma è vero, sono più concentrato sulla forma fisica, quando si prende una routine è facile mantenerla. Il problema del tennis è che quando si viaggia molto, si perde la routine, e quando succede è più difficile riprenderla” il #1 continua dichiara anche di come sia importante il riposo:” Non mi sono infortunato questa stagione, perché le cose sono andate bene. Penso che ho riposato tra i tornei in modo corretto, ma mi sono concentrato prevalentemente sulla mia condizione fisica. Tuttavia, bisogna avere una dieta perfetta perché essere totalmente rigorosa mi rende un po’ triste.” Un Nadal molto deciso e preciso riguardo il suo regime alimentare, che ritiene sia importante per rendere al meglio nel corso della stagione. Proseguendo nel corso della conferenza, si è soffermato anche sul match odierno contro Marin Cilic: “Ho giocato ad un livello molto alto. È stata una grande partita di nuovo. Non so cosa ha detto (Cilic ndr), se ha già parlato o che cosa dirà più tardi, non lo so, ma a mio parere ha giocato altrettanto bene anche lui.” Inoltre il classe ’86, parla degli errori odierni: “C’è stata una buona qualità di tennis questo pomeriggio. Sono molto soddisfatto di tutto. È vero che ho fatto vari errori con il mio servizio nel secondo set. Questa è l’unica cosa. Per il resto, sono felice. Ho avuto due settimane fantastiche, ho vinto a Pechino e ora sono in finale qui a Shanghai, ho vinto, convincendo, varie partite contro avversari molto forti. Sono molto felice per tutto.”

cilic-nadal-hits-balls-back-that-against-other-guys-would-be-winners-

MARIN CILIC: ALTRA SEMIFINALE 1000 – Il croato, in lizza per un posto alle Finals, si è detto deluso e rammaricato di non essere stato in grado di sfruttare i 3 set point: “I primi tre giochi sono durati 25 minuti. È stata una battaglia estremamente dura. Ho avuto tre set point nel finale del 1° parziale. Purtroppo non li ho sfruttati. E poi nel secondo set ovviamente ero un po ‘ giù sia fisicamente che mentalmente, anche a causa di un lungo primo set.” Un Cilic determinato, e lucido riguardo la propria prestazione:” Nel complesso sono estremamente soddisfatto del mio modo di giocare, di essere stato mentalmente nel match giocando davvero bene e creando le mie possibilità, soprattutto nel primo set.” Poi ha parlato dell’aspetto mentale, importantissimo nel tennis: “Semplicemente, l’aspetto mentale è estremamente importante nel tennis. Nel corso del match è fondamentale  mantenere l’attenzione in ogni singolo punto, per essere  al top della forma,  come l’avversario dall’altra parte della rete, che sta tornando grande, con un’ottima condizione fisica e colpi importanti “. Alla domanda: Qual è il punto di forza di Rafa? “Penso che lui, con la sua mentalità, stia giocando ogni singolo punto con il massimo dell’intensità, come tutti noi, ma credo che abbia quel leggero margine nelle partite dove ti spinge a colpire un altro colpo in più.” Infine una battuta sulla semifinale 1000, con uno sguardo sulle Finals: “Un’altra semifinale di un evento Masters Series, qualcosa che mi dà fiducia, mi rende felice, e anche il mio livello di tennis è stato davvero buono per tutta la settimana. Ho avuto anche partite difficili e le ho vinte tutte dopo set combattuti.”

ROGER FEDERER: DOPO DISCUSSIONI, ORA SONO AMICO DI RAFA- L’elvetico, dopo la vittoria su Del Potro, sono 17 ai danni dell’argentino su 23 match, parla della partita: “Ho giocato un secondo set molto buono.Probabilmente il servizio è andato meglio nel secondo set. E poi è importante migliorarlo in qualche modo. A volte hai bisogno dell’aiuto del tuo avversario, e talvolta hai bisogno di elaborare il modo in cui gioca il punto. Sì, ho avuto buone sensazioni oggi in campo , e ho davvero cercato di spingermi dopo aver giocato discretamente nel primo, ma Juan Martin non mi ha permesso di giocare tanto in quel primo set “. Domani, il 38° atto, della leggendaria rivalità, e a riguardo dei tanti match rivela:” Sono molte partite, e sono state molto combattute. Guardando indietro, la maggior parte dei match, credo, siano avvenuti in finale.” Riguardo gli stili di gioco invece: “Ecco perché penso che la rivalità sia così speciale. Il modo in cui entrambi giochiamo, giochiamo così molto diversi tra di noi. Inoltre, l’atteggiamento, il modo in cui viviamo la nostra vita, è tutto diverso in qualche modo. Però, entrambi abbiamo una mentalità simile nei grandi momenti.” Infine un’inaspettata dichiarazione:”Il rapporto? Siamo stati freddi in passato. Penso che siamo sempre andati molto bene. Sempre un sacco di rispetto per l’un l’altro. Un tempo era più tranquillo, più calmo e più timido ma con l’esp, è migliorato. Poi il tempo è passato, e avevo di lui già  una bel parere, cioè pensavo che fosse un campione .Il suo personaggio è cresciuto ed è diventato più fiducioso. Nel tempo, il nostro rapporto è migliorato credo, perché abbiamo avuto qualche disaccordo ma per la maggior parte, era sempre buono e molto bello.” A distanza di dieci anni, domani, un’altra puntata in quel di Shanghai della Fedal.

Australian Open 2009 Federer-Nadal

JUAN MARTIN DEL POTRO: IL CAMPO VELOCE AIUTA ROGER – Sempre simpatico e disponibile il gigante di Tandil, riguardo anche l’incontro con lo svizzero:” Mi sono sentito bene durante il warmup prima della partita, e ho deciso di giocare, perché contro Roger è sempre un onore giocare”, ha detto in conferenza stampa. “Il campo è stato veramente veloce, forse mi ha aiutato a giocare. E credo di aver fatto bene, ma Roger ha giocato molto meglio di me alcuni momenti della partita, e ha meritato di vincere.” Poi una battuta sulle discussioni con l’arbitro: “Ho avuto da ridire riguardo la folla, un po’ confusionaria, può infastidire” Riguardo il polso invece: “Beh, sento molto dolore dopo la partita, dopo il grande sforzo, è il momento peggiore per il mio polso. Mi avevano detto che non avevo alcun rischio di giocare questa partita, quindi perciò ho giocato. E ora ho pochi giorni per riposare. Se, in questi giorni mi sento meglio e potrò competere al 100% durante tutto il torneo, continuerò con il mio programma ” ha detto Deel Potro, che è impegnato a giocare a Stoccolma la prossima settimana. Infine la sua opinione sulla finale: “La superficie è così veloce, e per il gioco di Roger è molto meglio del gioco di Rafa, ma Rafa è un combattente e non si arrende mai.”

brain-game-sun-del-potro-federer

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mirella Ponzetta - 2 mesi fa

    Vero. Alcune parti non si capiscono per niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Monica Magini - 2 mesi fa

    Ma almeno rileggere ciò che si pubblica no??!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy