US Open, quarto turno: Federer con calma, 3-0 a Kohlschreiber e quarti di finale “vendetta” contro del Potro

US Open, quarto turno: Federer con calma, 3-0 a Kohlschreiber e quarti di finale “vendetta” contro del Potro

Un Federer conservativo non fa luccicare gli occhi degli spettatori dell’Arthur Ashe ma regala una partita di gran costanza. Forse ancora qualche problemino fisico per lo svizzero che comunque non preoccupa.
Ai quarti di finale se la vedrà con Del Porto autore e vincitore, su Thiem, della partita più bella del torneo.

Dopo la convincente prova con Lopez, Federer è chiamato a confermare le aspettative e raggiungere i quarti di finale, dove ad aspettarlo ci sarà Juan Martin del Potro in quella che potrebbe essere una “vendetta” della finale persa dallo svizzero nel 2009
Ecco la cronaca del match.

1°SET –  Inizia senza troppi problemi la partita di Federer e Kohlschreiber, entrambi tengono i propri servizi agevolmente producendo un tennis molto offensivo. Federer cerca il suo ritmo in battuta, primi intoppi nel 6° gioco dove vince il suo game in battuta ai vantaggi ma senza concedere break.
Nel 7° gioco lo svizzero si procura una palla break e chiude il game con un ottimo attacco lungo linea di dritto. 4-3 Federer e servizio.
Fin qui partita alla pari, con lo svizzero che prova a gestire non forzando la ricerca del suo miglior gioco e il tedesco che si difende come, può rischiando nei turni di risposta.
Federer conferma il break e manda il suo avversario a servire per prolungare il 1° set.
Nel 9° gioco Federer manovrare da fondo campo ma Kohlschreiber resiste e prolunga il set.
Nel game “decisivo” al servizio il 19 volte campione slam perde l’ausilio della prima di servizio, ma riesce a portare a casa il primo parziale ai vantaggi in 39 minuti con il punteggio di 6-4.
Non una partita brillante fino a questo momento, Federer prova a gestire senza strafare e Kohlschreiber si difende come può.

2°SET – Primi momenti salienti del secondo set nel 5°game dove Federer va 0-40 procurandosi 3 palle break consecutive. Kohlschreiber salva le prime due ma sbaglia un attacco a rete e va sotto 3-2.
Federer carbura e dopo aver tenuto il suo servizio lo strappa nuovamente all’avversario. Particolarità di questa sera Federer gioca la maggior parte dei punti a fondo campo tendendo a chiamare a rete il suo avversario ed inducendolo all’errore. Ne risente la spettacolarità del match ma è sicuramente una tattica efficace per il campione svizzero che vince il 2° set 6-2 in 27 minuti. Kohlschreiber non può fare molto in più rispetto a ciò che sta facendo, Federer pare in controllo totale.

Tra il secondo e il terzo set Federer chiama un Medical Time-Out all’interno degli spogliatoi. Comportamento che non sorprende, Roger è si in controllo del match ma non attacca e predilige i colpi di dritto (fisicamente meno dispendiosi per lui) a quelli di rovescio che quando usati vanno completamente fuori giri. Ad ogni modo torna in campo lo svizzero e il 3° set può iniziare

3°SET – Dopo il Medical Time-Out Roger sembra cercare una sorta di scioltezza nei suoi colpi che paiono però macchinosi anche nei casi in cui producono vincenti.
La prima palla break del 3° set è per Federer, nel 3° gioco, ma viene subito annullata da Kohlschreiber sfruttando un brutto errore di rovescio. Federer regala gratuiti sia di dritto che di rovescio al suo avversario che si salva con una smorzata che si arrampica sulla rete e finisce completamente scarica nel campo dello svizzero, che sorride ironicamente al suo avversario.
I successivi game scorrono veloci, si scambia poco ed entrambi i giocatori riescono a rimanere solidissimi con la prima di servizio. Federer prova a ritrovare il suo tennis d’attacco e pare riuscirci ma senza la freddezza vista nella partita con Lopez. L’8° gioco della partita è caratterizzato da una densa spettacolarità nei colpi, Federer lo tiene a 0 (per la terza volta consecutiva) e pare preparare l’arrembaggio finale. Il game successivo, infatti, vede lo svizzero in vantaggio 0-30 grazie ad un lob perfetto ed una risposta profonda. Kohlschreiber recupera chiudendo a 30 con il 4° ACE della sua partita.
Nessun problema per Federer nel 10° gioco e 2 palle break nell’11° ottenute con gioco molto offensivo. Kohlschreiber prova il tutto per tutto a rete ma vede il suo dritto spegnersi aldilà della riga di fondo.
Game decisivo della partita con Federer avanti 6-5 e al servizio per accedere ai quarti di finale degli US Open. Primo punto Kohlschreiber che non molla e gioca un’ottima risposta profonda inducendo il suo avversario alla stecca di rovescio. Federer si porta 30-15 con una seconda lavoratissima sulla quale il tedesco non può fare molto. Altra risposta sbagliata da Kohlschreiber porta Federer a match point, subito sfruttato e pratica chiusa in un’ora e 51 minuti.

Non una partita brillante da parte di Federer che ha gestito le energie al meglio regalando al pubblico poche magie e solo nel 3° set. Nel complesso una sufficienza che comunque mette in luce l’incredibile superiorità dello svizzero. Bene ma non benissimo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy