Australian Open donne: ok Sharapova, rischia Bouchard

Australian Open donne: ok Sharapova, rischia Bouchard

Nella notte italiana si sono disputate tre partite valide per il completamento del turno e l’approdo ai quarti.
Sono scese in campo tra le altre Sharapova, Bouchard, Ekaterina Makarova e Simona Halep.

Nella notte italiana si sono disputate tre partite valide per il completamento del turno e l’approdo ai quarti.
Sono scese in campo tra le altre Sharapova, Bouchard, Ekaterina Makarova e Simona Halep.

Per la russa numero 2 del mondo non c’è stato alcun problema a disfarsi dell’avversaria, la cinese Shuai Peng, specie nel secondo set, quando non le lascia vincere neanche un game. A inizio partita i game erano abbastanza equilibrati. Durante il sesto gioco si inverte questa tendenza e la prima a trovare il break è la tennista moscovita. La cinese non si perde d’animo e nel game successivo ottiene cinque palle break .

Sharapova ne annulla ben quattro ma nulla può sull’ultima ed è quindi costretta a restituire il break appena conquistato. La russa però non ci sta e in men che non si dica va sullo 0/40, con tre potenziali palle break. Peng riesce ad annullargliene una ma l’aggressività di Maria paga e non lascia scampo all’avversaria, nuovamente costretta ad inseguire. Nel game in cui serve per il primo set vince senza concedere neanche un punto all’avversaria.

Il secondo set non ha storia anche se la durata si avvicina a quello del primo. Solo il primo game deve durare ben quindici punti prima di vedere il suo epilogo con il break  piazzato in apertura da Sharapova. Peng non è più la stessa del primo set complice anche un po’ di stanchezza. Lascia anche i due successivi game di servizio e Sharapova può finalmente chiudere il match.sha

Storia diversa per Eugenie Bouchard che si adagia sugli allori dopo aver vinto facilmente il primo set. E pensare che le cose non erano partite così bene per la canadese. Infatti è stata lei la prima a dover salvare la prima palla break dell’incontro nel game inaugurale. Una volta annullata ha senz’altro preso coraggio e ha strappato facilmente i successivi due servizi all’avversaria. La rumena cerca di rientrare in partita e ha ben quattro occasioni per accorciare ma le fallisce tutte quante. Genie serve per il match e non sbaglia, mettendo in cassaforte il risultato.

L’avversaria rumena Begu riesce a strapparle il secondo parziale in un set dove sono stati sette i break concessi su un totale di dodici game giocati. In questa “sagra di break” la canadese era partita fortissimo vincendone per prima due e portandosi dunque sul 3/0 e servizio. Un parziale di 5 giochi a 0 in favore di Begu la portano a servire per rimanere nel set. La rumena ha anche due palle set ma finisce con il riportare il parziale in parità. Solo nel dodicesimo game riesce a piazzare il break decisivo per la vittoria del set.

Nell’ultimo set la cinese subisce l’inevitabile rientro della canadese che nel set decisivo non fa prigionieri e porta a casa il risultato. E’ Peng la prima a cedere il servizio anche in questo caso nel primo game del set. La canadese gioca in scioltezza e riesce persino a vincere un altro break e portarsi a servire per il match. Dopo oltre due ore di gioco Bouchard si aggiudica il game decisivo e ora nei quarti se la vedrà proprio con Maria Sharapova.
mak
Ekaterina Makarova si impone nettamente contro la Goerges, in una partita che ha visto la russa protagonista di ogni punto. La sua avversaria non è riuscita a prendere in mano le redini del gioco e ha finito con il consegnare il match alla sua avversaria. Nel primo set la russa mette a segno un parziale di otto punti a zero portandosi sul 2/0 con break. La tedesca inizia a prendere più confidenza con il match e a vincere i primi punti. Nel quinto gioco però è costretta ancora a cedere il servizio alla russa che però le permette di accorciare le distanze qualche game dopo. L’ennesimo game subito da Goerges permette a Makarova di vincere il primo set.

Il secondo set parte in modo più equilibrato. Servono dodici punti disputati e quattro palle break nel secondo gioco per permettere alla russa di mettere la testa avanti fino a portarsi sul 5/1. Nel game successivo la teutonica accorcia le distanze recuperando uno dei due break, ma, come successo nel primo set, ne concede un altro immediatamente dopo consegnando il match nelle mani della tennista moscovita.
hal
Strada spianata anche per Simona Halep che si impone in due set sulla belga Wickmayer. Nel primo set la prima a passare avanti è la rumena che brekka facilmente la sua avversaria nel terzo e nel quinto gioco. La fiamminga è un osso duro e cerca in tutti i modi di recuperare concretizzando alla prima occasione utile la palla break procuratasi nel game successivo. La differenza tra le due non tarda a emergere e alla quarta occasione la numero tre del mondo mette in tasca il primo set.

Anche nel secondo set il terzo gioco rompe l’equilibrio, con un break in favore di Simona. Wickmayer riesce a recuperarlo immediatamente ma in men che non si dica si ritrova nuovamente sotto nel computo dei break. Un ulteriore passaggio a vuoto nel settimo game spiana la strada alla giovane rumena che ora negli ottavi se la dovrà vedere con Ekaterina Makarova

I risultati:

Sharapova b. Peng 6/3 6/0
Bouchard b. Begu 6/1 5/7 6/2
Makarova b. Georges 6/3 6/2
Halep b. Wickmayer 6/4 6/2

Di S. Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy