Petra Kvitova, l’intervista alla WTA

Petra Kvitova, l’intervista alla WTA

Riportiamo l’intervista di Petra Kvitova alla WTA. La tennista sta avendo un grande ritorno nel 2018, non perde da 13 partite

di Andrea Rossi, @andrerossitweet

WTA Insider: “Bene Petra, congratulazioni per la vittoria. Iniziamo. Di cosa ti rende più orgogliosa di queste 3 settimane di imbattibilità?”
Kvitova: “Questa statistiche sono incredibili per me. Dopo sette anni ho vinto due titoli di fila e il turno in Fed Cup, è davvero grandioso per me. Andare a San Pietroburgo è stato un jolly ben giocato sono orgogliosa di quasi tutto. Sono passata dall’aperto al chiuso, le condizioni sono completamente diverse. Dopo aver perso il primo set ad Aga nel secondo round qui a Doha ho pensato: “ho finito qui”. Facevo fatica a muovermi, non so come ma poi sono riuscita a girare la partita. Probabilmente l’esperienza di quella partita mi ha dato un po’ nei match contro Caroline e Garbiñe. ”
WTA Insider:  “Sono state tre lunghe settimane o sono passate in fretta?”
Kvitova: “Sono sembrate piuttosto lunghe, ma d’altra parte è  un bene, non ho dovuto allenarmi molto (ride). Forse non va bene per il mio allenatore, ma è felice di sedersi nel box e supportarmi. I viaggi non sono stati facili. Non ho passato molto tempo a casa e anche durante la Fed Cup ho soggiornato con la mia squadra in hotel, quindi mi manca davvero casa. Nel complesso è stato fantastico. Sono abbastanza felice di aver vinto con la mia Nazione. È stato piuttosto difficile contro la Svizzera. Ero abbastanza esausta.”
Kvitova2-e1518273746141
WTA Insider: “Sei una di quelle giocatrici a cui piace giocare la settimana prima di uno Slam. Sembra che tu non voglia pensare troppo, non vuoi esercitarti un paio d’ore e andare a casa. Sembra che la routine ti aiuti. ”
Kvitova: “Non lo so. Forse con il tempo, con la mia età, cambierà un po’. Non so come risponderà il mio corpo, spero non infortunarmi ma non si sa mai. A volte l’allenamento è faticoso per me e hai troppo tempo per pensare a quello che stai facendo, quando giochi una partita, invece, hai cose altro a cui pensare. Stai solo cercando fare del tuo meglio.”
WTA Insider: “Hai menzionato quella partita contro Radwanska. Tre volte questa settimana hai perso il primo set e poi hai vinto. Abbiamo visto di nuovo P3tra. Perché quella partita particolare è stata così significativa? Sembra che quella partita  ti abbia fatto girare qui a Doha.
Kvitova: Non penso che la mia squadra sia felice con P3tra, penso che si stanchino un po’ ma alla fine tutto è finito bene quindi speriamo che siano felici.
Difficile da dire, ho giocato anche tre set in Fed Cup. Ho perso il secondo set ma sono riuscita a ottenere la vittoria. Non è mai facile tornare in partita e giocare punto dopo punto. Penso quella partita mi abbia aiutato in seguito perché non pensavo di aver giocato al meglio ma mi ha dato fiducia.
WTA Insider: Con tutte queste vittoria sei alla quarta posizione nella Porsche Race per Singapore.
Kvitova: Sì, grazie. Non lo sapevo davvero. Ero felice di essere nella Top 10, questo era quello che sapevo. Essere numero 4 della race è buono ma non abbastanza, ma la stagione è molto lunga quindi non ci sto davvero pensando. Questo sarà l’ultimo anno a Singapore per le finali WTA, sarebbe bello esserci, ma non ci penso per ora sto solo cercando di godermi il mio tennis, come ho fatto durante le 13 partite vinte e vedremo come si evolve.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paolo Poeta - 7 mesi fa

    Potenzialità da n.1

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy