Sharapova, Kerber e le altre: sorprese e delusioni del circuito Wta

Sharapova, Kerber e le altre: sorprese e delusioni del circuito Wta

Il tennis in gonnella ha già chiuso i battenti per questo 2017 con le Wta Finals, pertanto è tempo di bilanci. Un viaggio in una discutibile classifica fra le migliori tre delusioni e le migliori tre sorprese di questo “pazzo” 2017 del circuito femminile.

 Maria Sharapova 

1465406001_Maria-Sharapova-squalificata-per-due-anni-1280x628

Scoccia doverne parlare sempre, anche nel momento più anonimo della sua carriera, ma è proprio per quest’ultimo motivo che Masha è la più grande delusione di questo 2017. Non basta proprio qualche fiammata isolata, come il primo titolo di questa sua deludente seconda carriera dopo la squalifica per doping a Tianjin e il quarto turno agli US Open. La stagione era infatti iniziata nel segno della russa: pur senza scendere in campo fino ad aprile, la prima parte dell’anno è costellata da polemiche e proclami al veleno fra la russa e le colleghe. La prima ha tanta voglia di tornare e non si tira indietro di fronte a sorrisi di facciata e a trionfanti promesse sul suo ritorno al vertice mondiale. La maggior parte delle seconde invece è indiavolata: fra chi ci mette la faccia e chi no, le colleghe a turno siscagliano in polemiche aspre e spesso sprezzanti contro Maria, culminate a Madrid quando Genie Bouchard la estromette dal torneo – con annessa stretta di mano glaciale al termine della partita – dopo una vigilia decisamente infuocata a mezzo stampa.

Alla fine è la russa ad essere schiacciata dal peso di questo clima. Oltre ad un fisico che ormai non è più in grado di rispondere come un tempo, Maria viene spesso fermata da avversarie che contro di lei sono ogni volta prontissime a tirare fuori qualcosa in più. Un paio di buoni risultati non salvano una stagione in cui tutto il resto – almeno sul campo – è noia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy