Leon Smith “Andy Murray sarà stanco in Davis”

Leon Smith “Andy Murray sarà stanco in Davis”

Il capitano di Davis della Gran Bretagna Dice che Murray sarà sicuramente stanco dopo gli US Open e la stagione impegnativa che ha avuto ma che sicuramente darà il massimo in Davis, come è già successo

ANDY MURRAY CI SARA’ A GLASGOW – Il capitano britannico Leon Smith ha ammesso che Andy Murray sarà stanco per giocare le semifinali contro l’Argentina in Davis che si svolgeranno a Glasgow dal 16 al 18 Settembre sul tappeto indoor della Emirates Arena. Il n°2 del mondo non aveva giocato in Davis contro la Serbia dopo la sua vittoria a Wimbledon, infatti vi aveva  presenziato  ma solo come riserva alla squadra formata da Kyle Edmund, Dan Evans, Jamie Murray and Dom Inglot. “Abbiamo dei ricordi incredibili dei due incontri giocati qui nel 2015” ha commentato Leon Smith, infatti proprio a Glasgow, città natale di Smith l’anno scorso erano stati disputati dalla Gran Bretagna sia gli incontri di primo turno contro gli USA, sia le semifinali contro l’Australia.

UN’ESTATE IMPEGNATIVA – Entrambi i fratelli Murray hanno giocato a Flushing Meadows e probabilmente saranno stanchi “Aspetteremo che i giocatori arrivino a Glasgow e decideremo come muoverci in base  alle loro condizioni fisiche ” ha detto Smith.”Hanno giocato molto anche questa estate, quindi stiamo a vedere come stanno dopo gli US Open. Vedremo come gestire il team con tre singolaristi e un giocatore di doppio, e decideremo eventualmente  se convocare Dom”

NON SI CAMBIERA’ SUPERFICIE – La cosa positiva di questa Davis è che Murray non cambiarà superficie “Sicuramente sarà stanco – afferma Smith- ha affrontato dei match durissimi dopo un’estate pesante, però sono convinto che darà comunque il massimo, proprio come era successo lo scorso anno in Australia, penso che nulla cambierà”

C’è anche un po’ di confusione fra Kyle Edmund e Dan Evans su chi dovrà giocare il singolo, visto che entrambi hanno giocato molto bene agli US Open “Sarà dura decidere, entrambi meriterebbero di giocare” afferma Smith “Vedremo in base ai campi, se più o meno veloci, dopo un paio di giorni sarà tutto chiaro su come muoverci”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy