Challenger Todi: Aljaz Bedene torna alla vittoria

Challenger Todi: Aljaz Bedene torna alla vittoria

Aljaz Bedene bissa il successo dell’anno scorso, battendo nella finale del Challenger di Todi Nicolas Kicker per 7-6(3), 6-4. Il britannico numero 75 del ranking, pur non deludendo le attese della vigilia, suda le cosiddette sette camicie per aver aver ragione dell’argentino, n.204 ATP.
Alcune considerazioni iniziali: nelle due ore scarse di gioco “Benki” ha fatto valere la sua maggior esperienza, soprattutto dal punto di vista tattico, attaccando di continuo dal lato del dritto, ciò gli ha permesso di tenere lontano dal campo il suo avversario.

Le prime emozioni dell’incontro si registrano in occasione del nono gioco: il sudamericano sul 30 pari concede la prima palla break dell’incontro, che viene prontamente sfruttata dal rivale, ma il ventiduenne argentino non si scompone e grazie ad una palla steccata dal rivale restituisce la cortesia nel game successivo. Il tie break è dietro l’angolo, ed è proprio qui che il ragazzo allenato da James Davidson fa la differenza, conquistando il mini break sul 2 pari. Un errato rovescio lungo linea di Kicker gli consegna il primo parziale.

Nicolas Kicker

Alla ripresa del gioco, il britannico inserisce il pilota automatico e rapidamente ruba per ben due volte il servizio, ma il calo di tensione e il braccino del tennista sono in agguato. Dal 5-1 e servizio Bedene viene fuori tutta la “garra albiceleste”: infatti Kicker vince i successivi tre giochi, riuscendo di fatto ad allungare la partita per la gioia dei presenti. L’inerzia dell’incontro cambia ancora una volta, perché nel momento della verità un esausto Kicker abusa con le smorzate per uscire dallo scambio e rifiatare. Una di queste regala il terzo match point a Bedene, che con l’aiuto del nastro può finalmente alzare le braccia al cielo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy