Kokkinakis a tutto tondo: “Kyrgios e Tomic molto diversi. Federer un esempio”

Kokkinakis a tutto tondo: “Kyrgios e Tomic molto diversi. Federer un esempio”

L’eterna promessa del tennis australiano si racconta ai microfoni del The West Australian. Kokkinakis riflette sulle differenze tra i suoi discussi connazionali, parla della prossima stagione e del suo rapporto con Federer.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Thanasi Kokkinakis, classe ’96, attualmente sprofondato oltre la 200esima posizione del ranking (n. 210), si racconta ai microfoni del portale australiano The West Australian. Il tennista di Adelaide ha analizzato gli obiettivi per il 2018 e ha riflettuto sulle differenze tra i suoi connazionali Kyrgios e Tomic, con un’interessante chiosa su Federer.

Non vedo l’ora di tornare a gareggiare con continuità. Già a partire dalla Hopman Cup voglio dimostrare di essere forte. Sono fiducioso sul mio stato psico-fisico attuale, se tutto gira al meglio in questo senso, allora posso fare bene anche sul campo“, esordisce Kokkinakis circa i suoi obiettivi in vista della stagione 2018. “Sto molto bene fisicamente, non mi succedeva da tempo. Io e il mio staff stiamo cercando di lavorare con calma, senza eccessive pressioni. Vorremmo ottenere una crescita progressiva“, dice il ventunenne australiano, già sicuro della partecipazione allo Slam di casa grazie ad una wild-card.

Interrogato su Kyrgios e Tomic, Kokkinakis è chiaro: “Hanno personalità molto differenti, in realtà vado d’accordo con entrambi, non c’è nessun problema fra noi. Sono costantemente nell’occhio del ciclone, ma la stampa a volte esagera. Posso dire che ciò che viene raccontato in giro spesso non corrisponde al loro modo di fare“.

Immancabile una chiosa su Federer, che potrebbe sfidare in occasione della Hopman Cup a Perth: “Lo ammiro moltissimo, è sempre bello competere con lui. Mi ha invitato due volte a Dubai per allenarmi, è stata un’esperienza fantastica“.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gregorio Stella - 9 mesi fa

    Fabio Cangeri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio Cangeri - 9 mesi fa

      Non dice niente di che. Poi c’é tanta differenza tra allenarsi con un giocatore e il serbo GOAT djokovic

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy