Richard Gasquet: “Shapovalov, in alcuni aspetti, somiglia a Roger Federer”

Richard Gasquet: “Shapovalov, in alcuni aspetti, somiglia a Roger Federer”

Il giocatore di Béziers, ancora in corsa nel Masters mille di Monte-Carlo, ai microfoni del quotidiano Le Monde esprime alcune considerazioni sui cambiamenti della Coppa Davis e sul Tennis di oggi. In ultimo, senza fronzoli, afferma di notare nel tennis di Shapovalov aspetti in comune con Roger Federer.

di Giuliana Cau

I tempi migliori per Richard Gasquet probabilmente sono già passati, o comunque risalgono ad un po’ di tempo fa. Il francese ricopre, attualmente, la 34esima posizione mondiale, con con un best ranking al numero 7 raggiunto nel 2007. Gasquet, nonostante il tempo che passa, non sembra minimamente intenzionato ad andare in pensione, a discapito delle quasi 32 primavere sulle spalle. Intervistato dal quotidiano Le Monde, afferma di cercare di trarre ispirazione per sé tramite l’impegno di alcuni suoi colleghi, over 30 come lui. “Indubbiamente non sono più così giovane, ma vedere ancora trentenni in vetta alla classifica mi fa ben sperare per il futuro” -confessa il transalpino. “A 31 anni si può ancora maturare, servire meglio, perfezionare alcuni aspetti del tuo tennis. Federer – continua Richard- è l’esempio perfetto. Gioca meno tornei, ha evoluto il suo gioco accorciando gli scambi, adatta gli allenamenti al fisico e all’età. I giocatori sono molto più preparati rispetto a quando ho iniziato io a competere nel tour; oggi c’è molta più professionalità e preparazione atletica. Ecco perché le carriere ora sono più lunghe”.

Parlando della predominanza che ancora permane nel circuito da parte dei vecchi giocatori, Gasquet ritiene che: “in questo momento ci sono molti ottimi e giovani atleti, ma non fenomeni dal valore incredibile. Pete Sampras, Rafa Nadal, Mats Wilander e Boris Becker hanno vinto un titolo del Grande Slam già all’età di 18 anni. Zverev, Shapovalov e Kyrgios sono molto forti e probabilmente vinceranno dei Majors, due o forse tre per ciascuno, ma non domineranno lo scenario come hanno fatto Federer, Nadal e Djokovic. Non ne sono totalmente sicuro, dopo tutto Federer divenne molto forte a circa 22/23 anni. Shapovalov -chiosa il francese- ravvisa delle somiglianze con Roger. Ha solamente 19 anni e tutto il tempo per maturare”. Parlando sui possibili cambiamenti inerenti alla Coppa Davis, a partire dal 2019, Gasquet commenta così: “non vedo come possa essere fattibile giocare la Davis Cup in Asia, tre settimane dopo Bercy, e per di più a stagione pressoché conclusa”.

Nel frattempo, alla Monte-Carlo Rolex Masters, il francese ha superato agli ottavi di finale il più grande dei fratelli Zverev, mentre domani affronterà il più giovane rampollo della famiglia tedesca. Qualora dovesse vincere, conquisterebbe una storica semifinale nel Masters mille monegasco, per la gioia del pubblico di casa e degli appassionati che, ogni volta, restano incantati dal suo magico rovescio.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Monfasani - 4 mesi fa

    Sampras primo slam a 20 anni e nadal a 19…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maria Magnolo - 4 mesi fa

      Per la precisione Sampras primo US Open nel 1990 a 19 anni e 28 giorni… scusami ma il primo amore non si scorda mai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Michele Monfasani - 4 mesi fa

      Ah è vero che è del 71, mi sono confuso con Agassi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Andrea Moccia - 4 mesi fa

      Federer il primo mi sembra a 22 23?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Giuliana Cau - 4 mesi fa

      Andrea 21 anni e 11 mesi 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandro Cohn - 4 mesi fa

    Un grande rovescio a una mano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy