Lettera aperta a Nadal: non avere paura Rafa, Parigi ti aspetta!

Lettera aperta a Nadal: non avere paura Rafa, Parigi ti aspetta!

Accorata lettera ad un Rafa Nadal in crisi di risultati. È ora di riprenderti quello che un tempo fu di tuo dominio. “Chi va non ritorna mai, nonostante ritorni”. Non avere paura, alza il pugno, stringi i denti Rafa, Parigi ti aspetta.

Dopo un inizio non entusiasmante per Rafa Nadal, vi proponiamo un’interessante lettera aperta tratta da “Punto de Break”.

Questa lettera è indirizzata a te Rafa, che da tempo non mordi più un trofeo, usanza che avevi quasi ogni settimana, fino a poco tempo fa. Tu che potevi tener testa ad un Djokovic monumentale, mentre sta già diventando abituale non vederti in una finale.  Si sa ogni tanto ci son momenti difficili, ma tutti dicono che ormai hai già mollato.

Hanno sempre detto che eri solo un giocatore da terra battuta, ma con il tempo hai zittito tante bocche vincendo su altri campi.  Hai combattuto per rimanere ai vertici  contro tennisti e infortuni dolorosi per poi scoprire che ce ne sono alcuni che non fanno male fisicamente ma che son più difficili da recuperare.

La mente tende a ricordare il negativo, ma ricordale la tua grandezza, la tua immensità, la tua passione, la tua forza. Ricordale i sogni di gloria, le epiche rimonte, anche su superfici dove gli avversari erano superiori a te.

TENNIS - INTERNATIONAUX DE FRANCE 2014

Si è sempre detto che il tuo gioco era perfetto per la terra,che avresti potuto vincere fino a 40 anni, ma impegnarsi su altre superfici, ha fatto si che il gap con gli avversari diminuisse. È ora di tornare. Dicono che andar a Buenos Aires sia una cattiva idea, secondo me no è giunto il tempo di riprendersi quello che è tuo. Un detto dice: “Chi va non ritorna mai, nonostante ritorni”. Non avere paura,  alza il pugno, stringi i denti Rafa, Parigi ti aspetta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy