Qualificazioni Roland Garros: molta Italia

Qualificazioni Roland Garros: molta Italia

In questa prima giornat di qualificazioni al tabellone principale vi è stata molta Italia: andiamo a riassumere il tutto

Commenta per primo!

Italia bella, Italia brutta. La giornata, piena di colori azzurri, e stata contraddistinta in questo modo, con delusioni e belle notizie.

LE GIOIE- Partiamo dalle belle notizie: Simone Bolelli avanza con il brivido al secondo turno, eliminando al tiebreak del terzo il cileno Garin. Una partita sempre ad inseguire per il giocatore italiano, che è partito subito male subendo un break, ma è stato bravo a crederci e recuperare. Nel complesso una ottima partita contro un tennista rognoso che poteva dare sulla carta (come cosi è stato) molti problemi. Bene anche Caruso che batte Cervantes, tennista che sulla terra rossa esprime sempre un grande tennis. La partita è sempre stata abbastanza equilibrata, con episodi che hanno dato vita facile al nostro italiano.bolelli-atp-monaco-2015

LE SCONFITTE- Le sconfitte che arrivano sono tutte cocenti, a partire da Fabbiano, in gran forma, che purtroppo ha pescato il fenomeno e futuro talento Tsitsipas. La partita si era messa anche bene, ma ha prevalso il talento del greco che ha vinto in rimonta in un terzo set dove non vi è stata storia. Perde anche Gaio in un match perso al terzo set al tiebreak contro Sakharov. L’azzurro avrà il rimpianto di non aver custodito nel terzo set il break di vantaggio, non concretizzando l’occasione.

DERBY- Ci son stati anche due derby azzurri. Cecchinato si è imposto agilmente con un doppio 6-4 su Belotti, stessa cosa per Napolitano, tutto molto facile contro Giustino. Cecchinato e Napolitano partivano favoriti sin da subito, sia per talento che per classifica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy