Roland Garros: Serena e Venus avanzano con qualche ammaccatura, Keys passa con autorità

Roland Garros: Serena e Venus avanzano con qualche ammaccatura, Keys passa con autorità

Programma femminile rallentato dall’intensa precipitazione che, tra le ore 15 fino alle 17.30, ha costretto gli organizzatori a fermare gli incontri in via di svolgimento. Serena e Venus si guadagnano l’accesso agli ottavi di finale ricorrendo a tutta la smisurata esperienza in dotazione, al netto di prestazioni ben al di sotto dei rispettivi standard qualitativi.

Programma femminile rallentato dall’intensa precipitazione che, tra le ore 15 fino alle 17.30, ha costretto gli organizzatori a fermare gli incontri in via di svolgimento. Prima dell’interruzione Serena Williams aveva conquistato, non senza pena, il primo set contro Kiki Mladenovic, confermando le proprie incertezze anche nel secondo parziale, fino all’irruzione della pioggia sul 6-6. Dopo la lunga attesa, la statunitense e la transalpina ritornano in campo per giocarsi un delicatissimo tie break. Entrambe le contendenti si fanno tradire dal nervosismo, commettendo vistosi gratuiti e dilapidando preziose occasioni: nel corso del gioco decisivo Mladenovic spreca due set point, mentre Serena pone fine alle proprie tribolazioni pomeridiani solo dopo il quinto match point.

venus-williams_4

Poco più tardi, impegnata nel match contro Alize Cornet, anche la sorella maggiore della dinastia Williams si garantisce l’accesso agli ottavi di finale. Venus gestisce con sapienza e lucidità le energie disponibili nel suo usurato serbatoio. La 35enne americana si aggiudica il primo set al tie-break, amministrando il vantaggio iniziale fino al 7-5 conclusivo. Nel secondo set Venere si somministra una mezz’ora sabbatica, necessaria per ricaricare le pile dopo un set d’apertura oltremodo dispendioso: Cornet ha vita facile nel pareggiare i conti con un elooquente 6-1. Giunte al parziale decisivo, Venus sprigiona tutta la vigoria incamerata grazie alla strategica latitanza del secondo set, imprimendo al match i ritmi a lei più congeniali, costringendo l’acciaccata avversaria a ripetute rincorse senza profitto. Garantitasi un robusto vantaggio iniziale, Venere si limita ad incassare gli errori dell’avversaria, demoralizzata e fiaccata dall’insufficiente tenuta fisica, evidenziata da un’appariscente fasciatura alla coscia: la maggiore delle sorelle Williams chiude il parziale un 6-0 figlio di tutte le condizioni succitate. Ora ad attenderla negli ottavi ci sarà l’elvetica Timea Bacsinszky, dominatrice nel match che la vedeva opposta alla francese Parmentier.

2015 Australian Open - Day 11

Conferma gli evidenti miglioramenti compiuti sulla terra rossa Madison Keys, reduce dalla finale degli Internazionali d’Italia. L’ex allieva di Lindsay Davenport raggiunge per la prima volta in carriera gli ottavi di finale a Parigi, grazie al successo in due set sull’esplosiva Monica Puig. L’americana, dopo essersi aggiudicata il primo set al tie break, gestisce il break di vantaggio ottenuto in apertura di secondo set, rintuzzando ogni tentantivo di rimonta della portoricana, chiudendo la contesa sul 6-4.

Questi i risultati:

ROLAND GARROS

S.Williams– K.Mladenovic- 6-4 7-6(10)

V.Williams– A.Cornet- 7-6(5) 1-6 6-0

M.Keys– M.Puig- 7-6(3) 6-3

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy