Sarita game over, anche Peng va in semifinale

Sarita game over, anche Peng va in semifinale

Spiacevole per molti tifosi italiani, o meglio di Sara Errani (meglio specificare), vedere la loro beniamina arrendersi infaustamente alla bella danese Caroline Wozniacki, in due set tutt’altro che combattuti. Il punteggio, infatti, non trova scusanti per Sara, riuscita a vincere solo 26 punti in tutto il match. E pensare che le sue chance, Sara, le ha avute: fin dal primo gioco si guadagna ben quattro occasioni di break, tutte non capitalizzate. E si sa, nella maggior parte dei casi quando si manca un break, è proprio l’avversaria a trovarlo nel gioco successivo. Infatti proprio questo accade. Nel corso dell’intero set Sara non avrà più occasioni per riequilibrare il parziale, vincendo al massimo due punti sul servizio della sua avversaria. Si chiude qui il primo set, senza che la bolognese abbia potuto vincere un game. Analizzando le statistiche è facile capire il perché: solo 4 vincenti, a fronte dei 15 di Caroline.

d

Il secondo set si apre sotto i migliori auspici: Sarita brekka in apertura la sua avversaria, la quale non può nulla sulla terza occasione per l’italiana. Per la prima volta nel match Sara è avanti. Purtroppo per lei questo vantaggio non durerà molto, vista la cattiveria agonistica della scandinava, che dal gioco successivo in poi strapperà tutti i servizi a Errani, lasciandola sempre a 15. La ex numero 5 italiana ha un’altra chance nel quinto gioco per risalire la china, ma purtroppo per lei non c’è nulla da fare. Caroline al secondo match point chiude la partita e si porta in semifinale dove incrocerà il cammino della cinese Peng. Nel secondo set le percentuali al servizio per Sarita sono letteralmente crollate, arrivando al misero 9% di punti vinti con la prima di servizio.

Resta comunque il buon torneo disputato da Sara, dove ha eliminato un mostro sacro come Venus Williams e una rediviva Lucic-Baroni, capace di eliminare Simona Halep nel secondo turno.

Wozniacki b. Errani 6/0 6/1

d

Peng invece vince meno facilmente contro la 17enne svizzera Bencic, comunque senza concedere nulla alla sua avversaria, fatta eccezione per due palle break nel primo parziale. La cinese concretizza entrambe le palle break conquistate guadagnandosi prima un break e successivamente il set. Il secondo set inizia sulla falsa riga del primo: Peng si porta in vantaggio di due break fino al 5/0, salvo poi concedere un gioco alla sua avversaria, prima di chiudere in scioltezza il match. E’ il suo miglior piazzamento in uno slam in carriera. Ora di fronte a sé c’è l’ostacolo Wozniacki, tutt’altro che abbordabile, ma non è ancora detta l’ultima parola, vista la ritrovata linfa nel singolare.

Peng b. Bencic 6/2 6/1

Di Simone Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy