Diario degli Us Open: giorno 7

Diario degli Us Open: giorno 7

Serena Williams indossa un abito che le dona e con questo schiaccia l’inerme Kanepi. Nadal fatica nuovamente, ma prenota i quarti con Thiem. Stephens-Sevastova sarà la miglior partita del tabellone femminile. Tutto il meglio, ed il peggio, della settima giornata agli Us Open.

di Nicola Corradi

-Il primo set giocato da Serena contro Kaia Kanepi è la più grande dimostrazione di strapotere che si sia vista nel corso della prima settimana di Us Open. Era lampante, negli occhi della Kanepi, il terrore provato nel trovarsi di fronte ad una giocatrice all’apice della propria condizione capace di generare un vincente da ogni palla toccata, fosse questa al servizio, in risposta o nel corso dello scambio. Un dominio totale che si traduce in un 6-0 maturato dopo un quarto d’ora di partita. Serena, in totale controllo delle operazioni, scaglia ace a profusione, regalandoci lo spettacolo di una tecnica perfetta che si traduce in un movimento fluido ed esteticamente gratificante. La miglior prima palla mai ammirata nella storia del tennis, senza alcun dubbio. Dopo aver dunque prepotentemente troneggiato nel primo parziale, la luce della Williams inizia ad affievolirsi, e grazie anche ad una corrispondente presa di coraggio da parte della Kanepi, il match si prolunga fino al set decisivo, dove a farla da padrona è di nuovo la superiorità di Serena. Al prossimo turno, per lei, Karolina Pliskova, in una sfida tatticamente simile a quella disputata stanotte, ma con un’avversaria decisamente superiore. Un piccolo appunto vorrei farlo sul completo indossato da Serena, criticato da molti. Io lo trovo, per la sua fisicità, elegante e coprente, perfettamente adattato allo stile esuberante che da sempre contraddistingue la personalità della più forte giocatrice al mondo. 

-Nadal si fa strappare un set da un Basilashvili entrato per un’ora in “the zone” (Brad Gilbert insegna), riscopertosi novello Agassi in una serie di anticipi mozzafiato che gli regalano un parziale tutto sommato meritato. Nonostante allo spagnolo siano servite tre ore e mezza per raggiungere i quarti di finale, la condizione mostrata in un match gestito per lunga parte in sordina è stata migliore di quella avuta con Khachanov, fattore che fa ben sperare in vista dello scontro con Thiem, bravo a sfruttare la poca freschezza di Anderson, finalista qui lo scorso anno, ed imporsi in tre set. La sfida tra Nadal e Thiem, considerato lo stato di forma e gli apparenti accorgimenti tattici finalmente apportati dall’austriaco al proprio bagaglio tecnico, appare meno scontata di quanto la storia possa far credere, anche se difficile è ipotizzare una sconfitta del maiorchino in questa fase del torneo. 

-Chi realmente spaventa, nella parte alta del tabellone, è Juan Martin Del Potro, nuovamente vittorioso in tre agevoli set. Questa volta, la vittima sacrificale è Borna Coric, incapace di contenere la potenza esasperata dei fondamentali argentini. Il dritto di Delpo, pur visto e rivisto migliaia di volte nel corso degli anni, genera sempre, in me, un fremito di stupore. Quando i piedi si spostano pestando l’angolo sinistro del campo, le spalle si aprono lasciando che il braccio inizi il movimento distendendosi in linea con la schiena, attendo soltanto il momento in cui, con uno schiocco da brividi, la palla verrà impattata, producendo un inside-out vincente. Come una droga, ma meno dannosa. Delpo troverà, ai quarti di finale, John Isner, vittorioso su Milos Raonic in una partita da cinque set dove, che ci crediate o meno, non si è visto nemmeno un tiebreak. 

-Adoro Sloane Stephens, davvero. Vederla giocare su questi campi, dove è evidente che una linfa vitale le scorra in modo naturale nelle vene, è uno spettacolo gratificante. Sloane si muove dolce e delicata, appoggiando appena i piedi sul terreno di gioco adulato da tali carezze. Pur non sembrando, è velocissima, ed il fatto che, con costanza, colpisca i propri fondamentali da ferma, è dovuto alla straordinaria intelligenza tattica posseduta che le consente di anticipare le traiettorie dei colpi avversari. È provvista persino, qualità che solitamente le mie pupille aberrano con orgoglio, di una grande potenza fisica. Una tennista a tutto tondo, dotata di grazia e signorilità come caratteristiche innate. Al prossimo turno c’è la Sevastova, giustiziera di una Svitolina incapace, come Zverev, di giocare al meglio un torneo dello Slam. La lettone è interprete di un tennis che tanto mi ricorda quello della prediletta Radwanska, ed è per questo, che, anche lei, conserva un posto speciale nel mio cuore di appassionato. Sarà una sfida tutta da gustare, la migliore tra quelle offerte dal tabellone femminile.

Dal vostro cronista è tutto, a domani. 

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele Bralia - 2 mesi fa

    Che vestitino….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luisa Zamboni - 2 mesi fa

    E se delle tenniste si commentasse solo sulla prestazione atletica, invece che fare commenti idioti e profondamente sessisti su cosa indossano e sulle dimensioni del loro fondoschiena, quali che siano? No così, tanto per dire…. parlare di tennis, magari?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cora Giordano - 2 mesi fa

      Senta sono stati loro i primi a non parlare di tennis. Non faccia la per benino perchè non posso mai credere che lei non abbia commentato il modo di vestire altrui! E si metta gli occhiali perchè se non lo ha visto il sedere della Williams è notevole e mi creda ….i sederi esistono è non sono niente di talmente peccaminoso da non poterli nominare. ….l

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leopoldo Aggujaro - 3 mesi fa

    sulla tennista niente da dire, la più grande in assoluto! per il resto stenderei un velo pietoso sulla mise, qualcosa di meno appariscente che la sfili un pochino non sarebbe male viste le dimensioni del corpo! Tennis Circus esprimere un parere non è maleducazione ma è esprimere la propria opinione sulla quale si può essere d’accordo o meno! sul sedere di Serena non credo la signora Cora Giordano abbia detto qualcosa di sbagliato, è fuori standard diciamo così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marinella Di Felice - 3 mesi fa

    le dona? ???!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Anir Anera - 3 mesi fa

    Riguardo alla Williams, concordo sul l’analisi tecnica, mi dispiace dissentire sull’eleganza della mise. Dal colore al modello tutti sbagliato. Una corporatura importante dovrebbe misurarsi con la sobrietà. Ma capisco che è una questione di stile, forse il “contenimento” nell’abbigliamento non è nelle corde di Serena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cora Giordano - 3 mesi fa

    Ma daiiii…..ma non si guarda allo specchio? Questo starebbe bene a Camila Giorgi non a lei che ha il fisico della lumaca sovrappeso…si porta dietro un sedere che è grande come due!!! Comunque quando gioca a tennis non è mai vestita bene!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 3 mesi fa

      Signora, ma non si vergogna a parlare in questi termini?
      Complimenti per l’educazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Modestino Guerriero - 3 mesi fa

      Tennis Circus ma non vi vergogniate a fare le pulci ad un parere di una signora ??Vedo nello stesso post giudizzi simili x la quasi totalità. Chiedo a voi non sarà meglio che nello scrivere un articolo rappresentate la realtà. Come avete fatto a vedere tutta sta bellezza in questo vestito della William??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Roberta Gatti - 2 mesi fa

      Tennis Circus ma cosa ha detto poverina? È solo andata dietro la vostra scia in maniera colorita. Leggo commenti molto più insolenti e maleducati di questo (uomini soprattutto) e mai avete bacchettato qualcuno!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Cora Giordano - 2 mesi fa

      Tennis Circus no non mi vergogno perchè e semplicemente la verità! Ma lei vuole asserire che quest vestito le dona? È poi in un ambiente sportivo cosa c’entra un vestito pseudo sexy? Tanto di cappello per il tennis della campionessa ma per resto non si può guardare. E l’educazione è anche esserr adeguati all’ambiente on cui ci si trova!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Cora Giordano - 2 mesi fa

      Tennis Circus io ho ina certa età e sono una tifosissima del tennis ed in particolar di Roger Federer che a mio avviso è la persona più elegante e misurata che si possa trovare nel tennis. Dovreste vergognarvi voi che siete asserviti e definite “bellissimo ed adeguato” un qualcosa di brutto e quasi volgare per l’occasione. Ma la campionessa si osanna comunque nevvero? Per me dovrebbe indossare un qualcosa che la sfini e non i volant…..Lo faccio pure io che sono cicciota e che comunque non corro dietro a niente!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cristina Piano - 3 mesi fa

    Non le dona per niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cinzia Trà - 3 mesi fa

    Un abito che le dona?????? Ma veramente??????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cristiano Pasciuti - 2 mesi fa

      Valentina Baroncini ahahah mi sento male leggi tutti i commenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cinzia Trà - 2 mesi fa

      E in tutto ciò nn ci siamo accorti di una cosa…. Ha le calze a rete

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Valentina Baroncini - 2 mesi fa

      Cinzia Trà Cristiano Pasciuti eh ma devono dirlo per forza..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Andrea Varriano - 3 mesi fa

    Le dona????? È bruttissimo e le sta anche male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Lidia Tedesco - 3 mesi fa

    Orribile e di cattivo gusto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Matilde Buldrini - 3 mesi fa

    Serena è perfetta❤️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fabrizio Bassani - 3 mesi fa

    Che le dona???una di in quintale vestita come l’ippopotamo di fantasia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Franco Maria Parodi - 3 mesi fa

    Se vuole indossare quella roba che si dia alla danza classica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Chiara Tixi - 3 mesi fa

    Delpo ❤️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Andrea Mennilli - 3 mesi fa

    Abito orribile, una bella donna non potrebbe indossare completi più carini? Perché si presta a simili mancanze di stile, ha guadagnato milioni di dollari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Onofrio Mancino - 3 mesi fa

    un abito che le dona?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Loretta Borel - 3 mesi fa

    Sembra una farfallina !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fernanda Caetani - 2 mesi fa

      Se ci dà una sberla giriamo tre giorni!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Fabrizio Taddei - 3 mesi fa

    Inguardabile..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Patrizia Zotti - 3 mesi fa

      Non e che tu poi seu tanto guardabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mark Otto - 3 mesi fa

    Campionessa che non esita a rendersi ridicola per i milioni della Nike.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy