Il ritorno di Petra Kvitova

Il ritorno di Petra Kvitova

L’altra notte si è verificata una vera e propria impresa, ed è stata compiuta da Petra Kvitova. La tennista ceca, contro ogni pronostico, ha sconfitto la favorita a diventare n.1 al mondo, Garbine Muguruza, e si è guadagnata l’accesso ai quarti di finale agli US Open, per la seconda volta in carriera. Stanotte proverà a raggiungere la prima semifinale contro Venus Williams.

Commenta per primo!

Con la sua vittoria contro Garbine Muguruza, Petra Kvitova ha fatto perdere tanti punti ai partecipanti al Fantatennis che, vedendo le quote che davano per favorita la tennista spagnola, non avevano puntato su di lei, facendoli così ricredere e dando un segnale molto importante in ottica torneo. In una stagione che finora non le ha dato molto dal punto di vista dei risultati, eccetto il suo ventesimo titolo in carriera (il torneo Premier di Birmingham). C’è da dire che la Kvitova è tornata a giocare solamente a fine maggio, al Roland Garros, dopo aver passato un lungo periodo di stop (sei mesi) dovuto ad un’aggressione subita nella sua abitazione a Projestov, in Repubblica Ceca. Dopo aver passato tre mesi abbastanza sottotono a livello di vittorie, è riuscita a dare la svolta a questa stagione, qualificandosi per la seconda volta in carriera ai quarti di finale degli US Open.

LE GRANDI SCONFITTE – A New York la giocatrice ceca ha fatto sempre fatica ad esprimersi al meglio, arrivando almeno agli ottavi in 5 occasioni su 10 partecipazioni (contando anche quella di quest’anno), superando il quarto turno per due sole volte (calcolando anche la vittoria notturna di oggi), mentre a Wimbledon (da sempre il suo torneo preferito) non ha mai perso agli ottavi del torneo. La lista di apparizioni di Petra Kvitova comincia nel lontano 2008 (l’anno precedente aveva provato a superare le qualificazioni del torneo ma non ci era riuscita), quando perde al primo turno dalla spagnola Virginia Ruano Pascal. Nell’edizione successiva il suo periodo di permanenza a New York è decisamente più lungo, infatti, riesce ad approdare alla seconda settimana a Flushing Meadows, vincendo nell’ordine contro: Alisa Kleybanova (russa, testa di serie numero 27 del torneo), Tathiana Garbin (italiana, ex numero 22 del mondo) e Dinara Safina (la allora numero 1 del ranking mondiale e testa di serie numero 1 del seeding). Agli ottavi perde però al terzo set dalla belga Yanina Wickmayer (futura semifinalista della competizione), che pone così fine alla sua seconda avventura newyorkese. Nel 2010 Petra non è molto fortunata, perché dopo aver raggiunto il terzo turno si trova di fronte la ex numero 1 al mondo e futura vincitrice del torneo, Kim Clijsters, che le concede appena tre game, impedendole di continuare il suo US Open. L’anno seguente a New York arriva una grande batosta per la Kvitova, che perde inaspettatamente al primo turno del torneo per mano della rumena Alexandra Dulgheru, salutando l’ultimo Slam dello stagione con l’amaro in bocca (dopo che in quell’anno era arrivato il suo primo successo a Wimbledon). Agli US Open 2012 la tennista ceca giunge per la seconda volta in carriera al quarto turno, ma viene battuta dalla francese Marion Bartoli (undicesima testa di serie del torneo). Nel 2013 la Kvitova subisce un’altra grande sconfitta, precisamente al terzo turno, dove perde contro la wild card americana Alison Riske, che la manda a casa con un netto 6-3 6-0, in uno US Open al quale si era presentata come settima testa di serie del tabellone. Anche nell’edizione del 2014 la giocatrice ceca deve affrontare una sconfitta, non facilmente pronosticabile, al terzo turno della competizione, dove viene eliminata dalla qualificata serba Aleksandra Krunic, alla quale non riesce a strappare un set.

Petra Kvitova
Petra Kvitova

I PRIMI QUARTI DI FINALE – Agli US Open 2015 arriva la prima gioia a New York per Petra Kvitova, che per la prima volta riesce a spingersi fino ai quarti di finale del torneo, superando in due set le seguenti tenniste: Laura Siegemund (che partecipava al torneo come qualificata), Nicole Gibbs (wild card americana), Anna Karolina Schmiedlova (trentaduesima testa di serie della competizione) e Johanna Konta (anche lei qualificata). Giunta ai quarti di finale, Petra affronta Flavia Pennetta, che la sconfigge in rimonta e prosegue la sua cavalcata verso la vittoria del torneo. La partecipazione dello scorso anno a Flushing Meadows non è stata memorabile, infatti, la tennista ventisettenne è uscita dalla competizione al quarto turno, eliminata dalla ex numero 1 al mondo Angelique Kerber, dopo aver battuto nei turni precedenti due tenniste non da poco: Jelena Ostapenko ed Elina Svitolina. Domani, sull’Artur Ashe di New YorkPetra Kvitova avrà una nuova occasione di raggiungere le semifinali degli US Open, ma prima dovrà un avversario molto temibile: la ex numero 1 e tennista di casa Venus Williams. Chi vincerà tra le due?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy