ATP Cup, In finale Spagna e Serbia con la supersfida Nadal-Djokovic

ATP Cup, In finale Spagna e Serbia con la supersfida Nadal-Djokovic

Il numero uno del mondo regala la finale al team iberico sconfiggendo un incredibile De Minaur, mentre il serbo vince la battaglia con Medvedev. Domani l’atteso scontro tra i due: chi la spunterà? Quale delle due nazionali alzerà la coppa della prima ATP Cup?

di Diletta Tanzini

SERBIA-RUSSIA
Nella sessione diurna va in scena a Sidney la prima semifinale di giornata che vede opposte la nazionale serba e quella russa. Il primo singolare, tra Lajovic e Khachanov, è una conferma delle ottime prestazioni precedenti del numero due serbo: Lajovic, numero 34 del ranking, porta a casa il primo punto per la Serbia riuscendo a prevalere su Khachanov, numero 17 della classifica, in due set molto combattuti. Dopo un primo set terminato 7-5, il secondo parziale, privo di palle break, trova la sua conclusione al tie-break: è qui che il russo crolla definitivamente vincendo un solo punto e consegnando così la partita nelle mani di Lajovic.
Il big-match di giornata però è quello rappresentato dalla sfida tra Djokovic e Medvedev, numeri uno delle rispettive nazionali. Il primo parziale vede entrare in campo il serbo più motivato che mai, forse memore delle due pesanti sconfitte subite negli scontri con il russo l’anno scorso: il campione di Belgrado chiude il primo set con un netto 6-1. Nel secondo parziale, però, c’è un inaspettato calo del serbo che permette a Medvedev di strappare due break all’avversario e arrivare al 4-1; il russo perde un break, ma riesce a chiudere il set 7-5. Il terzo set vede scambi prolungati che tirano fuori il meglio dei due campioni: è Djokovic però a conquistare il break decisivo ai fini della partita e, dopo aver salvato svariate palle break sul 5-4, riesce a chiudere il parziale decisivo 6-4, vendicando la sconfitta subita contro la nazionale russa in Davis e regalando la finale alla Serbia. Ininfluente risulta poi il doppio che vede comunque la vittoria della coppia serba Cacic/Troicki in due set.



SPAGNA-AUSTRALIA
L’altra semifinale vede scendere in campo, sulla Ken Rosewall Arena di Sidney, la nazionale di casa e la vincitrice dell’ultima Coppa Davis. La sorpresa del giorno arriva già dal primo singolare in cui si affrontano Kyrgios e Bautista-Agut: lo spagnolo, infatti, riesce a sconfiggere piuttosto nettamente l’australiano in due set, terminati 6-1 6-4. Nel primo parziale l’australiano sembra non essere sceso in campo, pagando forse la fatica emotiva spesa nella precedente sfida con la Gran Bretagna; nel secondo set, Kyrgios torna in sé solo parzialmente e ciò non basta ad evitare la sconfitta contro un Bautista-Agut che gioca una gran partita, solida e quasi priva di errori. Kyrgios, che doveva essere la principale speranza del team australiano, delude così le aspettative, non riuscendo a confermare le ottime cose mostrate nelle partite precedenti.
Il match più bello della serata però è senza dubbio quello giocato tra i due numeri uno di Australia e Spagna, De Minaur e Nadal. Il giovane australiano scende in campo contro il numero uno del mondo ancora più motivato dopo la sconfitta dell’amico Kyrgios e riesce a strappare il break allo spagnolo in apertura di primo set, che sarà poi un De Minaur-show: l’indemoniato australiano non sbaglia niente, tira missili vincenti da ogni parte del campo e riesce così ad aggiudicarsi 6-4 il primo parziale contro una brutta copia del solito Nadal, simile a quello visto ieri contro Goffin. Ma, se nella partita di ieri il livello di gioco del numero uno del mondo non era mai veramente salito, oggi, nel momento di massima difficoltà, Nadal torna ad essere quello che siamo abituati a conoscere, nonostante il livello dell’australiano non accenni comunque a diminuire. Nel secondo set, il tennis espresso dai due è stellare: l’equilibrio è estremo fino al 5-5, quando Nadal, da vero campione, riesce a strappare il break decisivo a De Minaur e a chiudere il set 7-5. Il terzo set è un monologo di Nadal, grazie anche al crollo dell’australiano, che perde la fiducia mostrata fino alla fine del secondo parziale: l’iberico chiude il match con un 6-1, portando a casa il punto decisivo che regala alla Spagna la finale contro la Serbia. Anche nella seconda semifinale, risulta inutile ai fini del risultato la sfida di doppio, che è vinta ancora una volta dalla Spagna con la coppia Carreno-Busta/Lopez.

SERBIA-RUSSIA 3-0
SPAGNA-AUSTRALIA 3-0



DOMANI LA FINALE SPAGNA-SERBIA

Dopo le molteplici emozioni regalateci da questa ATP Cup, organizzatori e spettatori non potevano augurarsi una finale migliore: nella giornata di domani, si affronteranno infatti Nadal e Djokovic, i numeri uno e due del mondo, pronti a regalarci un match stellare ad una settimana dal via del primo Slam di stagione. Non solo Nadal-Djokovic, però, nella finale di domani: fondamentali saranno gli altri singolaristi delle due nazioni, Bautista-Agut e Lajovic, che fino ad ora hanno regalato delle ottime prestazioni alle rispettive squadre e, in caso di parità, anche il match di doppio, che potrebbe vedere nuovamente coinvolti, faccia a faccia, i due numeri uno.
Di seguito il programma completo della giornata di domani (ora italiana):

SPAGNA-SERBIA

Bautista-Agut-Lajovic (08:30)

a seguire Nadal-Djokovic

a seguire Carreno-Busta/Nadal-Djokovic/Troicki

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy