Tennis o non tennis? Questo è il dilemma

Il tennis deve ripartire o no? Le opinioni di Rafael Nadal, Novak Djokovic e Elina Svitolina. Di Stefano Maffei.

di Redazione Tennis Circus

La risposta sembra scontata, almeno per quanto riguarda noi tifosi. Non vediamo tutti l’ora di poter tornare a vedere in azione i nostri idoli, dal campo o dal televisore poco importa, siamo
in astinenza da tennis da troppo tempo. Tra i giocatori però nei giorni si sono create fazioni opposte, una più fiduciosa e molto propensa a ricominciare già a fine agosto, l’altra negativa su una possibile ripresa. Oggi vi riportiamo le opinioni a riguardo di Rafa Nadal, Novak Djokovic ed Elina Svitolina.

Partiamo con i primi due, entrambi poco propensi alla ripresa. Rafa Nadal, in una recente diretta Instagram, ha detto che per il momento la cosa più importante è abituarsi alla nuova
normalità, senza pensare al tennis (messo in secondo piano rispetto alla salute). Lo spagnolo ha detto che non sta pensando minimamente al Roland Garros ed invita a non farlo finché la situazione mondiale non si sia stabilizzata. Dello stesso avviso il numero 1 del mondo, Novak Djokovic, intervenuto sul possibile svolgimento dello US Open. Il serbo si è detto molto pessimista, soprattutto in virtù dell’impossibilità di testare due volte a settimana l’intero staff e a riuscire a mantenere le distanze sociali imposte. Si dovrebbe partire con solo una persona,
cosa considerata impossibile da Djokovic.

Elina Svitolina

Completamente opposta la visione di Elina Svitolina, ex vincitrice degli Internazionali BNL d’Italia. La tennista ucraina si dice molto fiduciosa per una ripresa a fine agosto/inizio settembre, rimanendo in attesa di date ufficiali che a suo avviso arriveranno a breve. Nell’intervista con i media ucraini ha anche aggiunto che prenderà parte almeno ad un torneo di esibizione a Berlino per prepararsi ai due tornei del grande slam ancora in programma, gli US Open e il Roland Garros.

Noi non possiamo che augurarci che tra poche settimane la situazione migliori ancor di più e che si possa tornare a vedere il nostro sport preferito, in completa ed assoluta sicurezza.

Stefano Maffei

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy