Atp Miami: Federer domina Anderson e approda in semifinale

Atp Miami: Federer domina Anderson e approda in semifinale

Il campione di Basilea ha letteralmente travolto Kevin Anderson, imponendosi con il punteggio di 6-0 6-4 in un’ora e venti minuti di gara. In semifinale affronterà Denis Shapovalov, il quale ha avuto ragione al terzo set di Frances Tiafoe.

di Federico Gasparella

La cronaca – La frazione inaugurale si è rivelata essere una dimostrazione delle qualità tecniche dell’elvetico, il quale ha saputo offrire un esteso campionario di pregevoli giocate da ogni zona del campo. Anderson, di contro, è rimasto completamente spiazzato dall’imprevedibilità e l’intraprendenza del suo avversario e non ha saputo opporgli degli accorgimenti tattici adeguati. Il sudafricano, inoltre, ha pagato a caro prezzo la scarsa vena al servizio, in quanto non è mai stato in grado di incidere a sufficienza con quella che sarebbe dovuta essere la sua arma principale, realizzando una percentuale estremamente bassa di prime palle in campo: 44%. Questa condizione, sommata al fatto che lo svizzero si è trovato in una giornata ispirata, ha fatto si che soccombesse in molti aspetti del gioco, in particolar modo in occasione delle risposte alla sua battuta. Roger, in merito al punteggio, dapprima si è guadagnato un break in apertura, concretizzando la seconda di due opportunità a disposizione. In seguito ha messo costantemente sotto pressione Anderson, variando continuamente il gioco ed impedendogli di prendere dei punti di riferimento su cui finalizzare delle potenziali azioni di contrattacco. Federer ha quindi potuto dilagare nel punteggio e fare propri altri due break, non avendo alcuna soluzione di continuità la sua insistenza. Oltre a ciò va detto che lo svizzero è risultato pressoché impeccabile all’interno dei turni di battuta, ottenendo tra l’altro una percentuale estremamente elevata di punti conseguiti direttamente con la prima. Relativamente al secondo parziale, il numero di game vinti consecutivamente da parte del tennista di Basilea si è ulteriormente ampliato: dopo aver conservato la battuta con la solita determinazione, ha conquistato il break, a seguito di una lunga battaglia dove Anderson ha cercato in ogni maniera di contenere le ribattute irruenti del suo avversario. Da quel momento in poi, tuttavia, c’è stata la reazione d’orgoglio del sudafricano, in ragione della quale è riuscito quanto meno a colmare lo svantaggio, riprendendo Roger sul 3-3. Nel gioco seguente Anderson ha mantenuto il game di battuta e si è portato addirittura in vantaggio. La partita si è risolta al nono gioco, quando Federer ha capitalizzato la sesta palla break avuta nel corso dei vantaggi, dopo che il suo avversario ha messo in campo tutte le proprie capacità pur di non compromettere definitivamente il confronto. Sullo score di 5-4, in conclusione, Federer ha potuto servire per il match ed ha raggiunto l’obiettivo conservando a zero il game di servizio. In semifinale l’ex numero uno del ranking affronterà Denis Shapovalov, che ha superato Frances Tiafoe per 6-7(5) 6-4 6-2. Dopo aver ceduto la prima frazione al tie break, il giovane canadese ha dato vita ad una bella rimonta, aggiudicandosi nettamente i successi parziali.

I punteggi:

[4]R.Federer b. [6]K.Anderson 6-0 6-4

[20]D.Shapovalov b. [28]F.Tiafoe 6-7(5) 6-4 6-2

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Stefani - 4 mesi fa

    In dirittura d’arrivo per il 101esimo successo ! Grande attenzione nei confronti del prossimo avversario….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Romualdo Errico - 4 mesi fa

    Il prossimo avversario è più “delicato”…Speriamo bene. Forza RF

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Federica Sueri - 4 mesi fa

    Roger mi tiene sveglia fino alle 2.30….l’unico uomo che ci riesce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabio Remus - 4 mesi fa

    Mannaggia la pioggia che mi ha impedito di vedere sto spettacolo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mina Cucci - 4 mesi fa

    Vederlo giocare così è …..
    Che dire? Meraviglioso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Andrea Mennilli - 4 mesi fa

    Il risultato parla da solo, il tennis non è solo sevizio, classe infinita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabrizio Pilotto - 4 mesi fa

      Andrea Mennilli condivido in pieno. Grande Roger

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rosita Andreani - 4 mesi fa

    Re Roger Divino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Carla Gileno - 4 mesi fa

    ROGER ROGER ROGER fantastico!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mohamed Ahmed - 4 mesi fa

    Unico sei

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy