Australian Open – Preview ottavi di finale

Nella parte bassa del tabellone maschile e femminile vanno in scena gli ottavi di finale; analizziamo, incontro per incontro, i possibili scenari.

di Pierluigi Serra, @pierluigi_serra

Tabellone maschile

Il programma dell’Australian Open maschile si aprirà sulla Margaret Court Arena alle 2:15 (ora italiana) e vedrà subito protagonisti i colori azzurri. Fabio Fognini, infatti, sfiderà il ceco Tomas Berdych per un posto nei quarti di finale dello Slam australiano; per il ligure, apparso finora in ottima forma e ben determinato, non sarà un impegno dei più semplici, Berdych, infatti, è stato autore di un ottimo percorso, iniziato contro la rivelazione di questo avvio di stagione, il giovanissimo australiano Alex De Minaur, e culminato nella vittoria contro il sempre pericoloso Juan Martin Del Potro. Il ceco parte leggermente favorito, ma se Fabio sarà in grado di rimanere concentrato e di evitare qui passaggi a vuoto che molto spesso hanno influenzato negativamente la sua carriera, potrà sicuramente giocarsela a viso aperto contro un avversario, tutto sommato, più che alla sua portata.

Sulla Rod Laver Arena, invece, toccherà a Roger Federer conquistare l’ennesimo quarto di finale della sua carriera; per raggiungere questo obiettivo lo svizzero dovrà avere la meglio sull’ungherese Marton Fucsovics, giustiziere di Sam Querrey al secondo turno, un impegno più che agevole per la testa di serie numero 2 che, in caso di vittoria, affronterà proprio uno tra Fognini e Berdych. L’appuntamento con il “Re” è fissato alle 5:00 (ora italiana).

roger-federer-switzerland-rexfeatures_9322260aq

Alle 6:00, invece, sull’Hisense Arena si sfideranno l’austriaco Dominic Thiem e lo statunitense Tennys Sandgren. Thiem, che non è mai andato oltre il quarto turno all’Australian Open, non dovrebbe avere problemi a superare un Sandgren al suo miglior risultato in un torneo dello Slam. Per l’americano, vittorioso su un acciaccato Wawrinka al secondo turno, l’avventura australiana sembra giunta al termine.

Alle 9:00 sarà il turno di Novak Djokovic e Hyeon Chung, che, nello scenario della Rod Laver Arena, daranno vita ad una partita che promette grande spettacolo. I due si scontreranno per la seconda volta a distanza di due anni e lo faranno sullo stesso campo in cui è avvenuto il loro primo incontro; il 18 gennaio 2016, infatti, Djokovic, al primo turno, aveva la meglio contro un diciannovenne Chung. Due anni dopo il risultato appare molto meno scontato, il serbo è reduce da un lungo stop a causa di un problema al gomito destro, il sudcoreano, invece, negli ultimi mesi ha mostrato una crescita esponenziale, culminata con la vittoria delle Next Gen ATP Finals. Ovviamente, per il suo palmares e per la sua storia, è impossibile non considerare Djokovic il favorito, ma per il serbo non sarà assolutamente un impegno da sottovalutare; Chung, infatti, che ha sempre dichiarato di considerare Djokovic uno dei suoi più grandi idoli di infanzia, ha tutte le carte in regola per creare più di qualche grattacapo all’ex numero uno del mondo.

Tabellone femminile

Si parte all’1:00 con un match di grande spessore, quello tra la statunitense Madison Keys e la francese Caroline Garcia. Difficile individuare una favorita assoluta, la finalista dello Us Open 2017, senza dubbio, ha avuto un percorso più agevole rispetto a Garcia, costretta agli straordinari sia contro Vondrousova che contro Sasnovich. Per la francese, che ha sempre giocato in sessione diurna, la stanchezza potrebbe essere un fattore decisivo.

Alle 3:00 sulla Rod Laver Arena sarà la volta di Angelique Kerber che, dopo aver battuto anche Maria Sharapova, sembra essere la vera grande favorita di questo Australian Open. Sulla sua strada troverà la grande sorpresa del torneo femminile, la taiwanese Su-Wei Hsieh, che, con il suo tennis atipico fatto di rotazioni estreme e continui cambi di ritmo, ha fatto impazzire giocatrici del calibro di Garbine Muguruza e Agnieszka Radwanska. Contro la Kerber vista in questo inizio di stagione, però, le possibilità di vittoria della giocatrice di Taipei sono molto vicine allo zero.

1131378513

Sulla Margaret Court Arena, invece, si scontreranno la rumena, testa di serie numero uno, Simona Halep e la ventenne giapponese Naomi Osaka. Per Halep, sopravvissuta ad una battaglia di quasi quattro ore contro Lauren Davis al turno precedente, non sarà una partita semplice; la giovane Osaka è dotata di un ottimo tennis, particolarmente brillante ed incisivo, che potrebbe mettere a dura prova le geometrie della rumena. Halep, dall’alto della sua prima posizione, parte ovviamente favorita, ma l’esito della sfida non è affatto scontato.

A chiudere il programma sulla Rod Laver Arena sarà il derby ceco tra Karolina Pliskova e Barbora Strycova. I precedenti tra le due segnano un 2-1 a favore di Pliskova, che, infatti, anche domani mattina partirà con i favori del pronostico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy