Bernard Tomic: sempre più giù, in ogni senso

Bernard Tomic: sempre più giù, in ogni senso

Alla scarsità di risultati e prestazioni del tennista aussie, si accompagna ora l’impressione che Tomic sia triste, quasi depresso in campo

di Gabriele Congedo

Bernard Tomic è uno dei quattro tennisti australiani presenti nel main draw del torneo ATP 250 di Delray Beach, in corso di svolgimento questa settimana in Florida. Il 27enne australiano è riuscito ad entrare nel tabellone principale solo come lucky loser, dopo il forfait di Tennys Sandgren a causa di un fastidio al ginocchio, ma ha fatto impressione come l’aussie abbia subito, nel secondo turno di qualificazione, un’altra cocente sconfitta in due set. Tomic ha infatti perso per 6/2 6/0 contro Ernest Gulbis in soli 53 minuti, vincendo solo 3 punti in tutto il secondo set; e se ciò non dovesse bastare a descrivere la condizione di Tomic, si pensi che questa, di 53 minuti, è la seconda partita più lunga delle cinque fno ad ora disputate.

Il commento al tweet qui di sopra è stato:”Sembra che Tomic ci stia mettendo più impegno ad asciugare quella linea che a vincere il match“.

L’australiano, attualmente n.191 ATP (con un best rank di n.17) aveva infatti perso la scorsa settimana a New York contro il giapponese Go Soeda per 6/2 6/1 in soli 39 minuti, e ad inizio mese a Dallas ci aveva messo 44 minuti per venire sconfitto dal n.308 del mondo Brandon Nakashima. Dati che non hanno bisogno di commenti, a cui si è aggiunta la sensazione, avuta sia dagli spettatori che dai commentatori, che Tomic fosse triste in campo, quasi al limite del depresso.

Triste al punto che persino il suo avversario Ernest Gulbis, ad un certo punto del secondo set, gli ha chiesto se fosse tutto ok. E molti, sui social network, hanno espresso la propria preoccupazione, incluso il connazionale Nick Kyrgios:

Questa situazione negativa, non tanto per il fatto di aver perso cinque match di fila (può capitare), quanto per punteggio e durata degli incontri persi, e per una condizione psichica evidentemente anormale, non può non suscitare preoccupazione, oltre che dispiacere. E’ vero che Tomic non si è mai distinto per simpatia, ed è vero che probabilmente è un tennista che ha letteralmente buttato via una carriera potenzialmente vincente con i propri comportamenti, i colpi di testa e le proprie scelte, ma nessuno merita l’umiliazione di essere visto in mondovisione in quelle condizioni. Speriamo non sia nulla di grave.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy