Daniil Medvedev “Molto difficile per i NextGen vincere uno Slam”

Daniil Medvedev “Molto difficile per i NextGen vincere uno Slam”

Il tennista russo ha fatto una diretta Instagram con “We Tennis” in cui ha parlato del rapporto con il suo coach Gilles Cervara e del suo amore per la Francia, del predominio imperituro dei “fab three” e della sua sconfitta contro Rafa Nadal agli US Open 2019.

di Anna Lamarina, @annalamarina

Il numero 4 del mondo Daniil Medvedev ha fatto una diretta Instagram con “We Tennis” in cui ha parlato di vari argomenti come il rapporto con il suo coach francese Gilles Cervara che ha un’accademia vicino a Cannes dove il NextGen russo si allena da sei anni e del suo amore per la Francia, del predominio dei “fab three” e della sua sconfitta contro Rafa Nadal agli US Open 2019.

 

IL RAPPORTO CON CERVARA – “Mi sto allenando con Gilles da tre anni anche se  frequento il suo centro allenamenti da sei. Abbiamo un buon rapporto, siamo amici e parliamo di tantissime cose”

Il russo ha poi raccontato di quando Cervara abbandonò gli spalti durante il suo match agli ottavi di fanale a Marsiglia contro Jannik Sinner “Quella volta c’erano varie ragioni per il suo comportamento. Io non ero al massimo della forma e lui stesso aveva dei problemi. Mettiamoci anche che abbiamo due bei caratterini e… abbiamo un po’ esagerato, ma capita”

 

UN RUSSO IN FRANCIA – Daniil dice di avere un forte legame con la Francia “All’inizio è stata dura. Non parlavo neanche francese…non avevo amici, erano tutti a Mosca, spesso ero triste. Ma adesso sono sei anni che vivo qui. Ovviamente sono più russo che francese, ma considero la Francia la mia seconda patria”

 

MA GLI SLAM E’ ANCORA DURA – Alla domanda su quale dei Next Gen sarà il primo a vincere uno Slam risponde “Dipende da quale Slam. Se parliamo di Roland Garros vedo molto difficile pensare a un altro campione oltre a Rafa. Poi non posso parlare per gli altri Next Gen, il mio obiettivo è di vincere più match possibili. Per vincere uno Slam devi vincere 7 match ed è dura fino a quando ci saranno i tre (Roger Federer Rafa Nadal e Novak Djokovic) noi facciamo le nostre partite, ci proviamo”

 

QUELLA FINALE US OPEN 2019… – Sulla finale persa contro Nadal agli US Open 2019 dice “E’ stata una grande partita. Ero molto contrariato dalla mia sconfitta perché non mi piace perdere, ma molti si sono complimentati con me e per dirmi che ero il vincitore morale, cosa che non credo perché altrimenti avrei vinto uno Slam. Comunque non mi deprimo dopo le sconfitte, so che bisogna continuare a lavorare duro per migliorare”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy