Toni Nadal sorprende: “Se non fossi lo zio di Rafa vorrei Federer sempre vincitore”

L’ex tecnico di Nadal, un po’ a sorpresa, si sbilancia sulla questione relativa al tennista più forte di sempre, rendendo ancor più appassionante l’annoso dibattito tra addetti ai lavori e fan.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

L’appassionante dibattito sul tennista più forte di sempre si arricchisce di un nuovo capitolo. L’autore delle sorprendenti dichiarazioni che stanno rapidamente prendendo piede sul web è Toni Nadal, zio ed ex coach dell’attuale n. 2 del mondo.

Nel corso di un’intervista rilasciata alla rubrica Player’s Cut di Eurosport España, il 59enne di Manacor è stato interrogato sull’annosa questione Goat, offrendo spunti interessanti sia su Federer che su Djokovic. Proprio nello svizzero Toni individua il giocatore migliore di tutti i tempi, senza risparmiare parole d’elogio per il 20 volte campione Slam: “La verità è che secondo me Federer è il tennista più forte di sempre. È  anche vero che Laver e Nadal siano molto vicini a lui, ma considero attualmente Roger il migliore. Si tratta di un giocatore meraviglioso, adoro il suo stile di gioco così elegante, ma anche molto efficace. Devo ammettere che se non fossi lo zio di Rafa, vorrei che Federer vincesse ogni partita“.

Su Djokovic, invece, il tecnico maiorchino sottolinea la grande difficoltà per il nipote nello sfidare un avversario quasi sempre perfetto: “Non si tratta tanto di determinare chi sia il più forte, quanto chi sia più difficile da battere. Per noi Novak è sempre stato il più duro, perché quando affrontiamo Roger abbiamo un piano tattico preciso, sappiamo bene cosa fare, ma contro il numero uno ci sono momenti in cui il suo tennis non ha lacune“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy