Federer: “Dispiaciuto per lo spostamento della Laver Cup, ma era la cosa giusta da fare”

Federer: “Dispiaciuto per lo spostamento della Laver Cup, ma era la cosa giusta da fare”

Il fuoriclasse svizzero ha commentato l’inevitabile slittamento della competizione a squadre da lui patrocinata; Federer, inoltre, ha affermato di non vedere l’ora di giocare per la prima volta a Boston, sede della Laver Cup 2021.

di Pierluigi Serra, @pierluigi_serra

Dopo tre edizioni consecutive, disputate a Praga, a Chicago e a Ginevra, la Laver Cup quest’anno non si svolgerà; l’evento patrocinato da Roger Federer, infatti, di fronte alla sospensione di tutte le manifestazioni sportive a causa della pandemia di covi-19, è stato ufficialmente posticipato al 2021. La location, che sarebbe dovuta essere il TD Garden di Boston, ha già dato la sua disponibilità per il prossimo anno, risolvendo in anticipo qualsiasi problema di tipo organizzativo e logistico.

Commentando questa dolorosa decisione, Roger Federer ha dichiarato: “Purtroppo la Laver Cup è dovuta slittare al prossimo anno, ma in questo momento è la cosa più giusta da fare. Nonostante la delusione, la cosa positiva è che il TD Garden abbia già annunciato di essere disponibile ad ospitare la competizione anche la prossima stagione. Personalmente non vedo l’ora di giocare per la prima volta a Boston nella Laver Cup nel 2021”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy