Nadal contro il format teste di serie a Wimbledon: “Criterio ingiusto, ma sono pronto a lottare”

Nadal contro il format teste di serie a Wimbledon: “Criterio ingiusto, ma sono pronto a lottare”

Il numero due del mondo, intervistato da un’emittente spagnola, mostra il suo disappunto rispetto al criterio in base al quale figurerà come terzo favorito nel seeding di Wimbledon.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Rafael Nadal fa sentire la sua voce contro le modalità di assegnazione delle teste di serie a Wimbledon. Lo spagnolo, intervistato ai microfoni del canale tematico Vamos, ha mostrato il suo disappunto rispetto al criterio in base al quale figurerà come terzo favorito nel seeding londinese, nonostante l’ultimo ranking disponibile faccia registrare il n. 2 accanto al nome di Nadal. Occorre ricordare che, a partire dall’edizione 2002, la base è rimasta quella costituita dal ranking stilato la settimana precedente all’inizio della competizione, a cui vanno aggiunti, però, i punti conquistati sull’erba negli ultimi 12 mesi oltre al 75% dei punti relativi al miglior punteggio ottenuto su erba nei 12 mesi ancora precedenti.

Il tennista maiorchino, interrogato sul tema, non lascia trasparire stupore per il format adottato dai Championships, esprimendo comunque dissenso verso criteri che penalizzano il lavoro svolto dai giocatori nei primi cinque mesi della stagione: “Sorge sempre la stessa questione quando si parla di Wimbledon, alla fine si tratta dell’unico torneo che ragiona secondo certe modalità. Non posso fare altro che cercare di lottare per raggiungere il mio obiettivo. Pensano sia giusto che io sia la terza testa di serie? Lo accetto e darò il massimo per vincere i match contro gli avversari che mi spettano. Detto ciò, non mi sembra corretto che solo questo torneo dello Slam adotti criteri del genere. In questo modo ad essere danneggiati sono i giocatori che hanno conquistato tanti punti nel corso dell’anno, giocando bene su altre superfici, ma scegliendo di non disputare tornei prima di Wimbledon. Ciò che mi preoccupa è che se vorrò puntare alla finale dovrò incontrare Djokovic o Federer in semifinale, ma non vedo l’ora di iniziare per arrivare il più lontano possibile“.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Gori - 2 mesi fa

    Ha ragione Rafa VAMOOOSS!!!il vostro re non l’ho mai visto una sola volta applaudire un avversario per un punto magico,,O Fair play….per me il re è Rafa!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuseppe Gori - 2 mesi fa

    Ha ragione Rafa VAMOOOSS!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nadia Zanasi - 2 mesi fa

    Rafa battili tutti e due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Danila Lunghi - 2 mesi fa

    Ha semplicemente espresso la sua opinione!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Danila Lunghi - 2 mesi fa

    Ha semplicemente espresso la sua opinione!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo Cuppini - 2 mesi fa

    Ha ragione! E’ 2 del mondo e gli spetterebbe la seconda testa di serie come in tutti i tornei. Gli inglesi hanno sempre fatto a modo loro e dobbiamo farcene una ragione. Quando Muster era 1 del mondo gli diedero la trentaduesima testa di serie, un po’ eccessivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo Cuppini - 2 mesi fa

    Ha ragione! E’ 2 del mondo e gli spetterebbe la seconda testa di serie come in tutti i tornei. Gli inglesi hanno sempre fatto a modo loro e dobbiamo farcene una ragione. Quando Muster era 1 del mondo gli diedero la trentaduesima testa di serie, un po’ eccessivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pierdamiano Latini - 2 mesi fa

    Questo è’ il più grande di tutti i tempi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pierdamiano Latini - 2 mesi fa

    Questo è’ il più grande di tutti i tempi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Domenico Vallino - 2 mesi fa

    Wimbledon è il torneo più prestigioso del mondo. Ed anche il più antico. Mi pare giusto che continui ad applicare i suoi parametri e le sue regole. A cominciare da quella che vieta il “tappezzamento ” del campo di gioco di pannelli pubblicitari ed anche, aggiungo, un certo decoro nell’abbigliamento. Le regole sono regole, punto. E poi.. sinceramente, cosa cambia x rafa? Lo sanno anche i muri che lui ha qualche rischio la prima settimana..quando i campi sono velocissimi. A questo punto è solamente preoccupato di trovare djoko in semi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Domenico Vallino - 2 mesi fa

    Wimbledon è il torneo più prestigioso del mondo. Ed anche il più antico. Mi pare giusto che continui ad applicare i suoi parametri e le sue regole. A cominciare da quella che vieta il “tappezzamento ” del campo di gioco di pannelli pubblicitari ed anche, aggiungo, un certo decoro nell’abbigliamento. Le regole sono regole, punto. E poi.. sinceramente, cosa cambia x rafa? Lo sanno anche i muri che lui ha qualche rischio la prima settimana..quando i campi sono velocissimi. A questo punto è solamente preoccupato di trovare djoko in semi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pietro Vadalà - 2 mesi fa

    Criterio assurdo .
    Speriamo capiti nel tabellone di Federer altrimenti si falsa il tabellone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Diego Indennimeo - 2 mesi fa

    ingiusto in base a quale criterio? è una regola, condivisibile o meno, ma non di certo ingiusta… premia dei risultati specifici piuttosto che altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Diego Indennimeo - 2 mesi fa

    ingiusto in base a quale criterio? è una regola, condivisibile o meno, ma non di certo ingiusta… premia dei risultati specifici piuttosto che altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Onofrio Mancino - 2 mesi fa

    Ma va a cagare…con tutti i sorteggi favorevoli che ha avuto, si lamenta pure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Mirco Ferrari - 2 mesi fa

    Nessun problema Rafa…Non cambia niente….Vamos…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy