La caduta degli dei, Novak ma che combini?

La caduta degli dei, Novak ma che combini?

Novak Djokovic squalificato dagli US Open per aver colpito un giudice di linea con una pallina scagliata a fondo campo con un gesto di stizza

di Diletta Barilla

Anche gli dei a volte cadono. Novak Djokovic chiude nel peggiore dei modi la sua esperienza agli US Open 2020 con una squalifica evitabile se solo il numero 1 della classifica ATP avesse prestato un po’ più di attenzione.

Il serbo scaglia una palla verso il fondo del campo dopo aver perso un punto, un gesto di stizza senza malizia ne intenzionalità che però termina addosso ad uno dei giudici di linea che cade a terra. È proprio Novak Djokovic uno dei primi ad arrivare per le scuse e per sincerarsi delle sue condizioni ma questo non è bastato all’arbitro per chiudere un occhio.

Dopo un conciliabolo durato una decina di minuti è arrivata la decisione: gli US Open di Novak Djokovic finiscono qui. Al turno successivo passa lo spagnolo Carreno Busta che, in quel momento, si trovava in vantaggio per 6-5. Ma era solo il primo set.

Il serbo ha provato a spiegarsi con l’arbitro sostenendo la tesi della “non intenzionalità” ma per lui non è arrivato nessuno sconto. “È la prima volta in carriera che mi succede una cosa simile” ha aggiunto il numero 1 dell’ATP e fondatore della neonata PTPA ma nemmeno questo è bastato.

View this post on Instagram

USTA Statement on Default of Novak Djokovic

A post shared by US Open (@usopen) on

Si chiude nel peggiore dei modi la campagna americana di Novak Djokovic, grande favorito alla vigilia del torneo vista anche la concomitante assenza di Rafa Nadal e Roger Federer. Il serbo, che in questo 2020 aveva mantenuto illibato il suo score – fatto di sole vittorie – esce a testa bassa da Flushing Meadows.

Sono subito arrivate le scuse da parte di Novak Djokovic attraverso il suo profilo Instagram: “Sono triste e deluso da quello che è successo. Chiedo scusa al giudice di linea che, grazie a Dio, sta bene. È stato un gesto involontario ma sbagliato. Chiedo scusa agli US Open e tutte le persone che vi lavorano. Grazie alla mia famiglia e al mio team per esser sempre al mio fianco” si legge nella nota.

View this post on Instagram

This whole situation has left me really sad and empty. I checked on the lines person and the tournament told me that thank God she is feeling ok. I‘m extremely sorry to have caused her such stress. So unintended. So wrong. I’m not disclosing her name to respect her privacy. As for the disqualification, I need to go back within and work on my disappointment and turn this all into a lesson for my growth and evolution as a player and human being. I apologize to the @usopen tournament and everyone associated for my behavior. I’m very grateful to my team and family for being my rock support, and my fans for always being there with me. Thank you and I’m so sorry. Cela ova situacija me čini zaista tužnim i praznim. Proverio sam kako se oseća linijski sudija, i prema informacijama koje sam dobio, oseća se dobro, hvala Bogu. Njeno ime ne mogu da otkrijem zbog očuvanja njene privatnosti. Jako mi je žao što sam joj naneo takav stres. Nije bilo namerno. Bilo je pogrešno. Želim da ovo neprijatno iskustvo, diskvalifikaciju sa turnira, pretvorim u važnu životnu lekciju, kako bih nastavio da rastem i razvijam se kao čovek, ali i teniser. Izvinjavam se organizatorima US Opena. Veoma sam zahvalan svom timu i porodici što mi pružaju snažnu podršku, kao i mojim navijačima jer su uvek uz mene. Hvala vam i žao mi je. Bio je ovo težak dan za sve.

A post shared by Novak Djokovic (@djokernole) on

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy