Come da pronostico la seconda semifinale sarà tra Medvedev e Thiem

Come da pronostico la seconda semifinale sarà tra Medvedev e Thiem

Battuti Rublev e De Minaur per tre set a zero.

di Edoardo Iuretich, @Edo_the_real

La seconda semifinale sarà Daniil Medvedev e Dominic Thiem, alla fine approdano in semifinale i due favoriti, rispettivamente teste di serie 2 e 3.  Nessuna sorpresa quindi nei due quarti di finale giocati ieri.

Il russo Medvedev ha sconfitto il connazionale Andrey Rublev 7-6 6-3 7-6. La partita si è decisa nel primo set quando il finalista dell’anno scorso sotto 3 a 6 nel tiebreak ha giocato da fenomeno i cinque punti sucessivi vincendolo 8 a 6. Nel secondo set un break a metà set si rivelava decisivo per il due a zero. Il terzo set è stato nuovamente combattuto con un piccolo giallo finale quando un Medvedev leggermente dolorante ha chiesto un medical timeout per un massaggio alla spalla, anche se il problema sembrava più un principio di crampi.

Ma proprio in questi frangenti la testa di serie numero 3 ha tirato fuori il suo miglior tennis chiudendo il tiebreak 7 a 5. Rublev ha giocato un buon match, ma non è riuscito mai ad essere incisivo in risposta, nessuna palla break avuta e solo 20 punti fatti nei 17 turni di battuta di Medvedev più i due tiebreak. Non che Rublev abbia concesso molto di più, solo una palla break fatale. Da sottolineare i 51 colpi vincenti di Medvedev a fronte di 37 errori contro il saldo 23 a 17 dell’avversario.

Daniil Medvedev

In conferenza stampa il russo ha tranquilizzato i giornalisti quando gli è stato chiesto del medical timeout : va tutto bene. Mi sono solo stancato un po’ alla fine del terzo set a causa di questo match davvero fisico che abbiamo avuto. La spalla ha iniziato a farmi male solo un po ‘.
Avevo un po ‘di crampi, quindi il fisio mi ha anche mascherato e mi ha aiutato molto. Come avete visto alla fine, sono riuscito a essere al 100%.”

Sucessivamente le domande si sono spostate sul prossimo avversario, al momento della conferenza stampa doveva ancora giocarsi l’altro quarto infatti Daniil ha parlato di entrambi. Qui vi riportiamo quanto detto su Dominic Thiem : “Dominic è un avversario difficile, soprattutto sulla terra battuta. L’ho provato l’anno scorso nella finale di Barcellona (vittoria netta dell’austriaco).
Sul duro penso che sia un po ‘più facile. Quando dico “più facile” so bene che ha appena fatto la finale degli Australian Open. Però per me sarà più facile giocare con lui sui campi in cemento che su quelli in terra battuta.”

Un Dominic Thiem che ha maramaldeggiato sul malcapitato Alex De Minaur in una partita che non ha mai avuto storia 6-1 6-2 6-4 in circa due ore. Poco da dire sul match, troppo il divario, troppa differenza di cilindrata. Il giovane australiano ha fatto quello che ha potuto, ma è stato sommerso da 43 colpi vincenti. L’austriaco è sembrato molto centrato con tutti i colpi e a fine match estremamente soddisfatto : “Sono molto felice di arrivare in semifinale a New York per la prima volta. Sono il primo austriaco ad arrivare alle semifinali degli US Open? non è  importante. Per me, ciò che è importante è essere in grado di fare un buon lavoro qui, soprattutto date le circostanze che stiamo vivendo. È bello aver raggiunto le semifinali in tre dei quattro Grandi Slam.

Thiem ha ovviamente parlato del suo prossimo avversario mostrando grande ammirazione per il russo :

l’annno scorso non ho visto la sua  finale contro Rafa perché avevo ancora un po ‘di jet lag ed ero stanco. Poi ho guardato i video su Youtube e devo dire che è stata una delle migliori finali del Grande Slam che abbia mai visto. È stato incredibile. Penso che Daniil quando è al suo meglio, è molto vicino ai tre grandi. Ha un gran tennis ed è in grado di mantenere il suo livello per quattro, cinque o sei ore. Avrò una partita molto dura contro di lui in semifinale e farò del mio meglio per cercare di ottenere la vittoria.”

Un Thiem che ormai è un habituè delle fasi finali degli slam essendo alla sua sesta semifinale slam, bilancio di tre vittorie nelle precedenti cinque semifinali a cui vanno aggiunte le tre finali slam perse. Insomma dopo tanti piazzamenti sarebbe ora di cogliere il bersaglio grosso :

Ho perso tre finali del Grande Slam e le ho perse contro i migliori giocatori di tutti i tempi. L’anno scorso ho giocato la finale del Roland Garros contro Nadal e quest’anno l’Australian Open contro Djokovic. Ho giocato ad alto livello in entrambe le partite, ma non mi hanno aiutato a vincere la partita. Mi piace guardarmi indietro e vedere cosa devo migliorare per non restare più alle porte del titolo. Spero di vincere questo US Open “, ha concluso. l’austriaco.
Sarà certamente una gran semifinale, difficile fare un pronostico anche se Medvedev è sembrato per tutto il torneo avere un livello paurosamente alto. I precedenti segnano due vittorie a una per l’austriaco, ma l’ultimo precedente un anno fa al Master 1000 di Montreal ha visto una facile vittoria di Medvedev. Comunque sia avremo un gran finalista.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy