Seyboth Wild: “Credere che puoi battere tutti è la cosa più importante per un giocatore di tennis”

Il tennista brasiliano Thiago Seyboth Wild ospite nel podcast di “Tennis now”: “Credere che puoi battere chiunque è la cosa più importante per un giocatore di tennis”.

di Redazione Tennis Circus

Il tennista brasiliano Thiago Seyboth Wild ospite nel podcast di “Tennis now“: “Credere che puoi battere chiunque è la cosa più importante per un giocatore di tennis“. Thiago Seyboth Wild, nato il 10 marzo 2000 a Marechal Cândido Rondon, n. 113 del mondo è il primo giocatore nato nel 2000 a vincere un torneo ATP a Santiago del Chile battendo in finale il Norvegese Casper Ruud. Il 24 marzo Thiago ha dichiarato sui social di essere il primo tennista del circuito positivo al COVID-19. La sospensione forzata dell’attività agonistica ha rallentato momentaneamente la sua scalata in classifica ATP e il brasiliano parla della sua quarantena: “Sto cercando di abituarmi a questa situazione, tante abitudini sono cambiate. Attualmente mi alleno con regolarità sui campi dell’accademia gestita da mio padre Claudio Ricardo, che da piccolo mi ha insegnato a giocare a tennis e mi supporta fino ad ora per ogni cosa”.

Il next – gen brasiliano durante il podcast ha parlato delle sue motivazioni, dei suoi obiettivi e di come migliorare costantemente il livello del suo tennis: “Gioco ogni partita come se fosse l’ultima. Scendo in campo convinto di battere chiunque e dev’essere così per ogni tennista ambizioso di raggiungere i massimi livelli. In allenamento lavoro con intensità sui fondamentali, sulla tecnica, sulla tattica, sulla concentrazione, sulla tenuta atletica. Mi sto concentrando molto sulle discese a rete, posseggo un ottimo dritto e devo concretizzare gli scambi con un gioco di volo adeguato“. “Sono certo di poter vincere in futuro un torneo del Grande Slam. Mi trovo bene a giocare su ogni superficie, ma se dovessi scegliere mi piacerebbe conquistare il titolo al Roland Garros, a Parigi sulla terra rossa, dove hanno vinto grandi campioni come Kuerten e Nadal. Voglio diventare il n. 1 del mondo, è il mio sogno, che devo realizzare”.

Nicola Devoto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy