Tennis post covid: “Tutti dovranno abituarsi a guadagnare meno”

A sostenerlo è il giornalista inglese Mike Dickson che ha parlato della situazione economica nel mondo del tennis dopo il coronavirus

di Alessandro Zecchini

“Tutti dovranno abituarsi a guadagnare meno”. Con queste parole Mike Dickson, corrispondente di lunga data del quotidiano britannico Daily Mail, si è espresso sulla situazione economica post-Covid nel mondo del tennis.
I circuiti maschili e femminili dovrebbero riprendere il prossimo mese di agosto con non poche riserve legate ai tornei sul suolo statunitense, ma diversi tornei sembrano ormai in procinto di disputarsi per riprendere questa tormentata stagione.

Per quanto riguarda i montepremi dei tornei e la ridistribuzione di essi, il giornalista inglese ha espresso diverse perplessità legate alla disparità tra i vari protagonisti, parlando del tennis come di uno sport egoista: “Parliamo di uno sport individuale e quindi di natura egoistica. I giocatori tenderanno a perseguire i propri interessi e questa crisi ha messo in luce ancor di più la natura frammentata del tennis. Non so se i migliori rinunceranno a parte dei loro ricavi per aiutare i giocatori minori e questo vale anche per i montepremi che i tornei metteranno in palio”.
Una situazione che con il ritorno dell’attività agonistica rischia di diventare un problema serio per il mondo del tennis: “Trovo assurdo che Djokovic e gli altri top possano arrivare a guadagnare fino a 4 milioni di dollari penso che sia una cifra spropositata. Visto la situazione che stiamo vivendo le entrate sono destinate a scendere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy