Thomas Fabbiano: “Sin dal sorteggio pensavo alla vittoria contro Tsitsipas”

Thomas Fabbiano: “Sin dal sorteggio pensavo alla vittoria contro Tsitsipas”

Dopo il secondo turno raggiunto a Wimbledon, Fabbiano parla dell’importanza dei match giocati ad Eastbourne e della sua vittoria su Tsitsipas, a cui aspirava già da giorni.

di Andrea Lombardo

Dopo la prima semifinale in carriera raggiunta nell’ATP 250 di Eastbourne, partendo dalle qualificazioni, Thomas Fabbiano ha confermato l’ottimo stato di forma con una sorprendente vittoria su Stefanos Tsitsipas. Nonostante fosse nettamente sfavorito, in realtà l’azzurro aveva già pensato ad una ipotetica vittoria, focalizzandosi soprattutto sugli errori commessi lo scorso anno, sempre sull’erba di Wimbledon.

Il risultato del 2018 è stato completamente ribaltato: dopo appena dodici mesi il 6-2 6-1 6-4 a favore del greco è diventato un 6-4 3-6 6-4 6-7(8) 6-3 per l’italiano. Ai microfoni della stampa italiana, Thomas Fabbiano ha rivelato di aver pensato di poter vincere: “Me la sono immaginata più volte questa vittoria negli ultimi due giorni, da quando ho saputo il nome del mio avversario. Sinceramente ci credevo, e ho messo in atto la migliore tattica possibile. Mi sono anche divertito parecchio, e lo stesso è valso per il pubblico, c’era una bellissima atmosfera”.

FABBIANO E L’ERBA – In molti credono che la sua superficie preferita sia la terra, ma i risultati, così come lo stesso Fabbiano, confermano il contrario. Erba e cemento si adattano perfettamente al tipo di gioco del pugliese, basato fondamentalmente sul contrattacco. Non è un caso che alcuni dei suoi migliori risultati siano arrivati a Londra: “È stata una gran partita, giocare qui a Wimbledon mi è sempre piaciuto. L’anno scorso ho superato due turni, quest’anno ho vinto contro una testa di serie davvero alta. Penso che oggi sia una delle migliori emozioni e un livello altissimo, quello che mi interessa è che sto uscendo fuori e stanno uscendo le mie caratteristiche e le mie qualità, e finalmente mi ritrovo ad alzare le braccia al cielo a fine partita.
Ho giocato 3 tornei su erba prima di questa settimana quindi mi sono preparato nel migliore dei modi. Nei primi due tornei ho fatto quattro partite ma non ho giocato il mio miglior tennis. A Eastbourne invece ho superato le quali e ho raggiunto la mia prima semifinale. Giocare tante partite prima di Wimbledon fa la differenza, inoltre a me è sempre piaciuto giocare su questi prati ed è stata una grande vittoria”.

IL PROSSIMO MATCH – Il match di secondo turno sarà molto complicato, simile a quello di semifinale perso a Eastbourne contro Querrey, contro cui Fabbiano ha perso in tre set nonostante i 34 aces subiti: “Il prossimo step è avere pazienza nella prossima partita contro Karlovic, mi aspettano tanti aces da parte sua e cercherò di trovare la chiave per portarla a casa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy