Flavia Pennetta di nuovo in campo? Il desiderio di Fabio Fognini

Flavia Pennetta non sembra intenzionata a pensare ad un ritorno in campo ma suo marito, Fabio Fognini, non è della stessa idea. In caso di ritorno però l’ex tennista azzurra sarebbe in buona compagnia

di Diletta Barilla

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano” canta Antonello Venditti in uno dei suoi grandi successi ma la relazione tra il tennis e Flavia Pennetta non sembra destinata ad un ritorno di fiamma. O almeno questo è il pensiero della brindisina. Di tutt’altro avviso, invece, Fabio Fognini che spinge per un rientro in campo a livello agonistico della moglie.

In una video-intervista a Sky Sport, Flavia Pennetta è categoria: “Sarebbe un sogno è vero, soprattutto per mio papà, ma no. Mi piace allarmi e continuo a farlo con Fabio anche se i suoi ritmi sono estenuanti per me”. Eppure un suo ritorno sarebbe dovuto esserci quest’anno: “In coppia con Francesca Schiavone avremmo dovuto giocare il doppio delle leggende ma sfortunatamente è saltato”.

Fabio Fognini però non si arrende e cerca di spronare la moglie e continua nella sua opera di convincimento: “Almeno deve rifletterci, sono tornate tutte o quasi. Soprattutto visto il livello delle tenniste di oggi”. Su una cosa invece la coppia è d’accordo: “Un doppio misto insieme? Assolutamente no”.

Flavia Pennetta manca dal circuito WTA dal 2015 quando, dopo aver alzato la coppa agli US Open nella finale tutta italiana contro Roberta Vinci, aveva annunciato al mondo il suo ritiro proprio dal campo di New York. Durante questi (quasi) 5 anni di assenza – nonostante le due gravidanze – l’ex tennista azzurra ha continuato ad allenarsi e quindi l’ipotesi di un rientro non sarebbe un così grande azzardo.

Non sarebbe la prima ad avere un ripensamento e nel caso non sarà l’ultima. Per informazioni si potrebbe chiedere a Kim Clijsters che ha ormai abituato tifosi, addetti ai lavori e simpatizzanti ai suoi “colpi di testa”. Doppio ritiro e doppio rientro per lei. 

Un anno più giovane della Pennetta, la tennista belga aveva dato l’addio al tennis la prima volta nel 2007 salvo poi tornare sui suoi passi due anni più tardi. Un ritorno davvero in grande stile con il successo – e qui magari ci mette lo zampino proprio il destino – agli US Open del 2009 dopo poco più di un mese dal rientro ufficiale. 

Kim Clijsters con sua figlia Jada in occasione della premiazione dello Us Open 2010.

Poi un nuovo stop, questa volta molto più lungo, annunciato nel 2012. Ma, a fine della scorsa stagione arriva la nuova svolta: dal 2020 Kim Clijsters torna in campo. Partecipa al Dubai Tennis Championships e al Monterrey Open prima che il tennis mondiale decida di fermarsi per l’emergenza Covid-19.

Ma la tennista belga è in buona compagnia. Anche Martina Hinghis si è resa protagonista di due due addi, anche se nel suo caso l’ultimo è stato definitivo. Il primo, a soli 23 anni provata da infortuni e dal peso delle aspettative nonostante i tanti record già battetti e collezionati nella sua personalissima bacheca. La mancanza è troppo forte quindi nel 2006 torna in campo prima del definitivo ritiro l’anno successivo. Un rientro che le permette di completare il tris di vittorie nel suo torneo preferito, gli Australian Open, conquistando la vittoria nel doppio misto proprio nella stagione del ritorno.

C’è chi invece si è presa una pausa forzata. Victoria Azarenka ha dovuto mettere in stand-by i suoi piani da atleta prima per la gravidanza poi per la battaglia legale contro il suo ex compagno, Billy McKeague, per la custodia del figlio Leo. Eppure, anche la tennista bielorussa, è rientrata ed è tornata ad essere competitiva. Il suo ruolo di mamma ovviamente ha la priorità.

Victoria Azarenka-Leo

Sulle stesse orme della Azarenka per quel che riguarda il ritorno in campo subito dopo esser diventata madre anche Serena Williams. La statunitense che ha vinto l’ultimo Slam quando già era incinta della piccola Olympia è alla continua ricerca del titolo che le permetterebbe di raggiungere ed eguagliare il record di Margareth Court. 

Serena Williams wedding
Credit: Bob Metelus and Erica Rodriguez//Vogue Magazine

Certo, Flavia Pennetta non sembra intenzionata a cambiare idea. Forse – e a maggior ragione – dopo la nascita della secondogenita, Farah, lo scorso dicembre. Solo l’insistenza di Fabio Fognini potrebbe, alla lunga, avere la meglio in questa “battaglia”. 

Certo, a 38 anni – solo per una questione anagrafica – non sarebbe l’impresa più facile ma l’età è solo un numero e Flavia in carriera lo ha già dimostrato una volta. Quando, a 33 anni, ha trionfato a New York è stata non solo l’italiana più “anziana” a vincere uno Slam ma anche la più “vecchia” in assoluto. Nella storia del tennis il suo nome già è stato scritto adesso la palla – anzi la pallina – passa a lei. Mai direi mai.

Italian tennis player Flavia Pennetta is pictured during the ”Tribute to Flavia Pennetta’s career” during the Italian Open Tennis Tournament at the Foro Italico in Rome, Italy, 10 May 2016. ANSA/CLAUDIO ONORATI
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy