UTS 2, il programma del weekend: debutto del circuito femminile

Weekend conclusivo della seconda edizione dell’UTS. Oggi debutta il quadrangolare femminile. Chi passerà il turno nel circuito maschile?

di Diletta Barilla

Penultima giornata della seconda edizione dell’Ultimate Tennis Showdown, il format rivoluzionario promosso da Patrick Mouratoglou. L’UTS nasce dall’idea di voler modernizzare il mondo del tennis per attrarre nuovi fan e “svecchiare” un gioco da sempre troppo legato alla tradizione.

Particolarità di questa giornata, che si aprirà con il duello tra Nichola Mahut e Grigor Dimitrov, il debutto del circuito femminile con le sfide in notturna di Alizé Cornet contro Brenda Fruhvitrova e quella di Ons Jabeur contro Anastasia Pavlyuchenkova.

Le regole sono – ormai – le solite: partite della durata di 40 minuti, punteggio semplificato, possibilità di utilizzo del cosiddetto “coaching” oltre all’incognita data dalle carte UTS. Ma anche un confine meno marcato tra pubblico e giocatori.

Alex Zverev e Felix Auger-Aliassime aspettano di conoscere il nome del proprio sfidante nella gara che varrà il posto nella finalissima. A guidare il gruppo A,  c’è Richard Gasquet tallonato da Feliciano Lopez. Ultime due posizioni occupate da Alexei Popyrin, terzo, e Grigor Dimitrov fanalino di coda.

Nel gruppo B invece svetta Fernando Verdasco seguito dal duo transalpino Benoit Paire e Corentin Moutet. Quarta posizione invece per Dustin Brown. Per il momento il giocatore tedesco può comunque consolarsi pensando allo straordinario punto messo a segno nello scorso turno.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI SABATO 1° AGOSTO

Circuito Maschile

Mahut VS Dimitrov, ore 2:30 PM
Paire VS Moutet, ore 3:45 PM
Verdasco VS Brown, ore 5 PM
Gasquet VS Lopez, ore 6:15 PM
Auger-Aliassame VS Zverev ore 8:30 PM*

Circuito Femminile

Cornet VS Fruhvitrova, ore 9:45 PM
Jabeur VS Pavlyuchenkova, ore 11 PM

* il vincitore della sfida potrà scegliere il nome del proprio avversario nella semifinale


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy