Vincere aiuta a vincere

Vincere aiuta a vincere

La lettone Ostapenko è stata la tennista rivelazione di questo 2017: oltre il Roland Garros vinto infatti, la ventenne è balzato fino alla posizione numero 10 del ranking WTA e con il successo sulla Muguruza continua a stupire tutti.

di Alessandro Rodella, @AleRodella

Non finisce più di stupire Jelena Ostapenko, protagonista di un super 2017 che l’ha vista trionfare al Roland Garros e che, ancora sulla cresta dell’onda di quel successo, le sta regalando importanti vittorie.

WUHAN – In Cina la lettone ha eliminato dal torneo la numero uno del mondo Garbine Muguruza in tre set dopo una grande rimonta: Jelena infatti ha perso il primo parziale per 1-6, ma non si è persa d’animo ribaltando la situazione con il punteggio di 6-3 6-2. In semifinale ora se la vedrà con l’australiana Barty in un match che la vede nettamente favorita. Un importante risultato nel WTA di Wuhan potrebbe farle scalare ulteriormente la classifica.

LE SUE PAROLE – A fine incontro la Ostapenko in sala stampa ha sottolineato come la vittoria del Roland Garros abbia avuto molti strascichi positivi soprattutto sotto l’aspetto mentale e che ancora oggi sente i miglioramenti che ne ha beneficiato.

IL ROLAND GARROS – La vittoria a sorpresa di Parigi ha portato il suo nome alla ribalta, ma nonostante la giovane età non si è mai scomposta non montandosi mai la testa. Il suo tennis aggressivo ha fatto innamorare il pubblico che, a cospetto di giocatrici a volte troppo difensive, ha apprezzato il gioco della Ostpenko con le sue accelerazioni improvvise a fronte di pochi errori gratuiti.

IL BALZO IN CLASSIFICA – La lettone nel 2016 occupava la posizione numero 44 del mondo, mentre ad oggi è decima nel ranking WTA. Quest’anno è stata eliminata all’Australian Open solo per mano di Karolina Pliskova 10-8 al terzo set e non ha più brillato fino alla finale di Charlestone. L’ottima stagione sulla terra ha avuto il suo culmine con il Roland Garros, mentre anche sull’erba ha raggiunto i quarti a Wimbledon. La vittoria poi a Seoul l’ha consacrata nella top ten della classifica mondiale.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alfredo Orrico - 2 anni fa

    To be continued and repeated and improved.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy