Stan Wawrinka: “Mi sono allenato tanto per giocare sfide come questa. Tsitsipas? Deve essere comunque orgoglioso del suo match”

Stan Wawrinka: “Mi sono allenato tanto per giocare sfide come questa. Tsitsipas? Deve essere comunque orgoglioso del suo match”

Lo svizzero parla della sua incredibile vittoria in cinque set agli ottavi di finale del Roland Garros contro il greco e del suo prossimo match contro il connazionale Roger Federer: “L’ultima volta qui l’ho battuto, dovrò dare il massimo”.

di Redazione Tennis Circus

Stan Wawrinka, dopo mesi di alti e bassi, è tornato lo “Stan The Man” che tutti conoscevamo. Il 34enne di Losanna ieri ha sconfitto uno dei più promettenti giovani in circolazione, il 20enne greco Stefanos Tsitsipas, dopo un’epica e meravigliosa battaglia durata cinque set che, per appassionati e addetti ai lavori, rimarrà una delle sfide più emozionanti di questo Open di Francia e non solo. Wawrinka, campione a Parigi nel 2015, ha commentato il suo eccezionale successo in conferenza stampa:

“Sono entusiasta per questo risultato. Ho superato infortuni e mi sono allenato tanto per giocare proprio questo tipo di partite, davanti a un pubblico come questo, in un’atmosfera incredibile, al meglio dei cinque set. L’ultimo, eccezionale punto, che ha sancito la vittoria del quinto set 8 a 6, è stato un rovescio finito sulla riga, che il greco aveva chiamato fuori: la verifica dell’arbitro ha dato invece ragione al suo avversario: “Ero sicuro che la palla avesse toccato la linea, ma ovviamente dovevo aspettare la conferma dell’arbitro. Non dimenticherò mai la sfida di oggi: entrambi meritavamo di vincere, ma nello sport solo uno può farlo. Ora sono stanco, spero di recuperare e di continuare a giocare a questo livello nelle prossime partite”.

Wawrinka ha poi parlato dell’emozione di giocare davanti al gremito pubblico del Lenglen: “Mi sono divertito molto. A Parigi ho sempre molto tifo, ma oggi credo sia stata una giornata speciale, proprio per le emozioni che la partita ha generato”.

Prossimo avversario, ai quarti di finale, il connazionale Roger Federer, con cui è sotto 22 a 3 nel precedenti, ma lo ha battuto tutte e tre le volte sulla terra rossa (Monte-Carlo 2009 e 2014 e Parigi 2015, anno del suo titolo Slam): “L’ultima volta che l’ho incontrato qui l’ho battuto (ride). Da quel momento, è vero, ha sempre vinto lui, ma ci riproverò. Nel circuito ci sono pochi giocatori di tennis che possono battere Federer, e sta giocando un livello superlativo. Lo conosco bene e so cosa è capace di fare, dovrò essere al meglio se voglio sconfiggerlo”.

Stan commenta anche la delusione di Tsitsipas, che durante la conferenza stampa aveva le lacrime gli occhi: “Capisco i sentimenti di Tsitsipas, ma può essere orgoglioso del livello che ha dimostrrato. Abbiamo entrambi fatto vedere che siamo giocatori di tennis che sanno giocare il meglio dei cinque set. La partita è andata a mio favore per pochissimi punti, ma sarebbe potuta andare diversamente. Ha poco da rimproverarsi”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandro Ratti - 3 mesi fa

    Stan is back!!+++

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Grande Stan

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy