US Open 2019: tutto quello che c’è da sapere

US Open 2019: tutto quello che c’è da sapere

A meno di una settimana dall’inizio del quarto ed ultimo Major dell’anno, ecco tutto quello che c’è da sapere sugli US Open 2019

di Mattia Esposito

Gli US Open 2019 sono pronti a cominciare: a meno di una settimana dall’inizio della 139esima edizione, New York è pronta a vivere due settimane di grande tennis. Il più grande campo del mondo, all’Arthur Ashe Stadium di Flushing Meadows, Novak Djokovic e Naomi Osaka proveranno a difendere il torneo vinto l’anno scorso. L’ultimo Slam dell’anno sarà ancora una volta quello con il montepremi più alto, oltre ad essere il Major più all’avanguardia: saranno 38,7 milioni di euro, i premi in palio. Un aumento dell’oltre 7,5% rispetto al 2018: il vincitore otterrà 3,4 milioni, per entrambi i circuiti, considerando l’uguaglianza di premi in denaro. Il torneo comincerà il 26 agosto, e i turni si divideranno tra sessione diurna e serale: alle 11 a New York (17 ore italiane), partiranno i match del mattino, e alle 19 statunitensi, cioè all’1 di notte italiana, quelli del serale. I primi turni, fino ai quarti di finale, si distribuiranno sui due giorni, fino al giovedì della seconda settimana, quando gli uomini scenderanno in campo il venerdì per le semifinali. Le finali si disputeranno il sabato, quella femminile, alle 16 locali, alle 22 in Italia, e quella maschile la domenica allo stesso orario. Domani, alle 12 locali, cioè alle 18 in Italia, ci sarà il sorteggio dei tabelloni: mancherà il finalista 2018 Juan Martin Del Potro, con Kevin Anderson e Milos Raonic ancora in bilico. I favoriti del seeding sono i soliti Big3, che si rincorrono per il trono Slam: subito dietro, i vari Dominic Thiem, Alexander Zverev e Kei Nishikori proveranno a farsi valere, ma occhio all’uomo più in forma del momento. Daniil Medvedev, reduce da tre finali negli States e il primo 1000 vinto in carriera a Cincinnati: considerando anche le condizioni climatiche favorevoli per il suo gioco, il russo potrebbe continuare la propria marcia nel circuito, soprattutto dopo la conquista della Top5. Tra le donne non ci sarà la padrona di casa, Amanda Anisimova, reduce dal lutto del padre-allenatore. Ma occhi saranno puntati su Naomi Osaka, detentrice del trofeo, ma anche su Simona Halep, vincitrice di Wimbledon e Serena Williams e la caccia a Margaret Court: siete pronti a vivere l’ultimo Slam dell’anno?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy