Us Open: Djokovic doma Londero ed accede al terzo turno, out Opelka

Us Open: Djokovic doma Londero ed accede al terzo turno, out Opelka

Novak Djokovic supera in tre set l’argentino Londero ed approda al terzo turno. Eliminato Opelka, che si arrende a Koepfer.

di Antonio Sepe

In una giornata estremamente condizionata dalla pioggia, che ha costretto gli organizzatori a cancellare tutti i match ad eccezione di quelli in programma sull’Artur Ashe e sul Louis Armstrong, un paio di match – proprio quelli disputati sui campi principali – si sono conclusi e sono approdati al terzo turno Roger Federer, Novak Djokovic, Kei Nishikori e Dominik Koepfer.

Tutto facile per il numero uno del mondo, che si è liberato in tre set del sudamericano Londero, alla prima apparizione in un main draw degli Us Open e già capace di sconfiggere al primo turno Sam Querrey, in poco più di due ore di gioco. Nonostante il suo avversario abbia perso il servizio in ben nove occasioni e, nel complesso, non abbia mai dato l’impressione di poterlo mettere in seria difficoltà, Djokovic non è stato protagonista di una buona prestazione, caratterizzata da tanti errori e diverse imprecisioni, che hanno rischiato di compromettere l’esito dell’incontro. Primo set in salita per il serbo, che ha perso la battuta nel quinto gioco ed ha avuto bisogno di ben sei palle break per recuperare lo svantaggio. Il servizio dell’argentino, però, si è reso protagonista di una parabola discendente che lo ha portato a subire un altro break decisivo, nel decimo gioco, che ha firmato il 6-4 Djokovic. Nella seconda frazione di gioco, l’avvio del tennista belgradese è stato ancora peggio del precedente, a dir poco da incubo, non a caso il suo avversario si è issato sul 3-0 con ben due break di vantaggio. Nole ha però infilato cinque giochi consecutivi, piazzando tre break e conquistandosi la chance per chiudere il parziale. Londero però non ha voluto mollare per nessuna ragione ed ha strappato la battuta al suo avversario, garantendosi il tie-break; senza patemi Djokovic si è imposto per 7 punti a 3. Infine, nel terzo set, il serbo ha dominato in lungo e in largo senza concedere nulla al suo avversario, chiudendo 6-1 e riscattando notevolmente un secondo parziale sottotono. Al terzo turno, il derby contro Lajovic o la sfida contro Kudla per un Djokovic che, dopo questi primi due match, si conferma il favorito numero uno per il torneo. 

Il match originariamente in programma era Coric-Dimitrov, ma il croato ha alzato bandiera bianca spianando la strada per il terzo turno al bulgaro e dunque gli organizzatori hanno scelto di rimpiazzare questo incontro con Opelka-Koepfer. Tutto faceva presagire ad un agevole vittoria del gigante americano, magari anche con i festeggiamenti a fine partita dato che proprio ieri Reilly compiva 22 anni. Al contrario, non tutto è andato previsto e ciò è dovuto al tedesco Koepfer, che ha sfoderato una grande prestazione e si è imposto in tre set. Nonostante 24 aces, lo statunitense ha capitolato dopo due ore e mezza di gioco circa ed è uscito di scena dall’ultimo slam della stagione, nonostante il tabellone apparisse alla sua portata. A dir la verità, il giocatore tedesco ha giocato davvero bene, tanto che nei primi due set, terminati entrambi 6-4, Opelka non può recriminare più di tanto. Diverso il discorso per la terza frazione di gioco, dove Reilly ha sprecato un break di vantaggio ed ha sprecato ben quattro set point, di cui tre sul 5-4 ed uno sul 6-5. Infine, nel tie-break, Koepfer ha rapidamente chiuso per 7-2.

[1] N. Djokovic b. J.I. Londero 64 76(3) 61

D. Koepfer b. R. Opelka 64 64 76(2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy