Wimbledon: Djokovic in scioltezza al terzo turno, Seppi che peccato!

Wimbledon: Djokovic in scioltezza al terzo turno, Seppi che peccato!

Avanza senza faticare il numero uno al mondo, che regola Kudla in tre set e vola al terzo turno. Qualche rimpianto per Andreas Seppi, che si arrende all’argentino Pella, vittorioso in cinque set. Avanti in quattro Auger-Aliassime e Anderson.

di Antonio Sepe

Tutto molto semplice per Novak Djokovic, che a distanza di due giorni dall’esordio sul campo centrale, come la tradizione vuole – il vincitore dell’anno precedente deve esordire per primo, il primo giorno, sul campo più importante – ritorna a calcare i prati londinesi e batte senza patemi lo statunitense Kudla. Come da pronostico, il numero uno del mondo ha chiuso la pratica in tre set, cedendo appena sette games e dando sempre l’impressione di essere in controllo delle operazioni. Un’ora e mezzo di gioco circa per sbarazzarsi del suo avversario e per approdare al terzo turno, dove troverà il polacco Hurkacz, sconfitto all’esordio al Roland Garros, prima di un potenziale ottavo di finale contro Auger-Aliassime. Insomma, Novak Djokovic non sta sorprendendo nessuno e si sta rendendo protagonista del percorso che tutti ipotizzavano. Dopo un esordio relativamente ostico contro il tedesco Kohlschreiber, quest’oggi l’avversario era meno pericoloso e Nole ne ha approfittato per prevalere in maniera più agevole: molto centrato al servizio, come testimoniano i 13 aces, il serbo ha creato anche diverse difficoltà a Kudla aggrendendolo in risposta e costringendolo spesso ad iniziare lo scambio con l’acqua alla gola. Qualche passaggio a vuoto, comunque comprensibile, ha macchiato quella che sarebbe stata una prova impeccabile, ma Djokovic può comunque ritenersi soddisfatto e raggiungere il terzo turno fiducioso e consapevole della propria condizione.

Inizio notevole da parte di Novak, che ha perso appena sei punti nei primi cinque giochi e si è rapidamente issato sul 5-0. Nonostante Kudla abbia evitato il bagel, conquistando anzi tre giochi, il giocatore belgradese ha facilmente chiuso 6-3 in 28 minuti. Secondo parziale alquanto simile al primo con Djokovic che, dopo aver perso il primo game sprecando una palla break, ha conquistato 16 dei seguenti 18 punti, portandosi avanti di due break. Malgrado altri due break, uno per parte, il parziale si è concluso 6-2 senza sorprese. Infine, nella frazione decisiva, un break in apertura ha messo in discesa la strada al serbo, che ha finito il suo avversario con un secondo break piazzato nel finale. Un altro 6-2 consegna a Djokovic il terzo turno ed agli spettatori in possesso del biglietto per il centrale di venerdì il numero uno al mondo.

Eliminato invece Andreas Seppi, che esce di scena al secondo turno per mano di Guido Pella. Seconda sconfitta consecutiva al quinto set per l’altoatesino, che già a Melbourne si era arreso a Tiafoe nel parziale decisivo. Questa volta, però, non mancano i rimpianti dato che Andreas era riuscito a reagire molto bene ad un primo set dove il suo avversario aveva dominato al servizio, chiudendo 6-4 grazie ad un break decisivo giunto nel decimo gioco. In svantaggio di un set, Seppi si era infatti assicurato il secondo ed il terzo parziale, entrambi con il punteggio di 6-4, ribaltando la situazione. Persino nella quarta frazione era stato avanti di un break praticamente fin dall’inizio, ma i troppi gratuiti lo hanno condannato ed hanno riaperto la sfida, con il sudamericano che ne ha approfittato, breakkando Andreas e vincendo 7-5. Quinto set infine a senso unico, dove Pella ha dominato in lungo e in largo, imponendosi con il punteggio di 6-1 e staccando il pass per il terzo turno, dove incrocerà le racchette con Kevin Anderson.

Nei restanti incontri, buona prova del giovane Auger-Aliassime, capace di superare un ostacolo da non sottovalutare quale Corentin Moutet, autore di un’incredibile rimonta all’esordio su Dimitrov. Avanti in quattro set anche Kevin Anderson, che si libera di Tipsarevic, mentre saluta il torneo Feliciano Lopez, battuto da Karen Khachanov in un match davvero avvincente. Bene gli spagnoli Bautista, che ha beneficiato del ritiro di Darcis, e Verdasco, che ha dato una grande delusione ai tifosi britannici presenti sul centrale, rimontando due set di vantaggio a Kyle Edmund.

G. Pella b. A. Seppi 64 46 46 75 61

N. Djokovic b. D. Kudla 63 62 62

R. Bautista b. S. Darcis 63 62 42 ritiro

F. Verdasco b. K. Edmund 46 46 76(3) 63 64

K. Khachanov b. F. Lopez 46 64 75 64

U. Humbert b. G. Granollers 64 76(3) 75

F. Auger-Aliassime b. C. Moutet 63 46 64 62

K. Anderson b. J. Tipsarevic 64 67(5) 61 64

Andreas Seppi
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy