Federer: “Avrei 17 Slam anche senza Nadal e Djokovic”, Clerici: “Roger è un ballerino”

Federer: “Avrei 17 Slam anche senza Nadal e Djokovic”, Clerici: “Roger è un ballerino”

Gianni Clerici, che non si diverte più a guardare il tennis degli ultimi tempi, definisce Federer un “grande ballerino” e lo esclude dalle dinamiche che muovono lo sport attuale. Nel frattempo, lo svizzero risponde alle ipotesi scaturite dalle dichiarazioni di Woodbridge che ritenevano possibili per lui altri successi Slam in assenza dei famosi colleghi.

Qualche giorno fa, Todd Woodbridge ha confessato che a suo parere Roger Federer avrebbe raggiunto più di 20 titoli del Grande Slam se non fosse stato per Rafael Nadal. Stando all’ex tennista australiano infatti, lo svizzero avrebbe potuto tranquillamente aggiungere al suo incredibile palmares anche quattro o cinque vittorie al Roland Garros.

“RAFA E NOLE MI HANNO SPRONATO” – Tra i molti commenti che questa dichiarazione ha ovviamente suscitato, forse quello più autorevole ed attendibile è proprio quella dello stesso Federer, che ha sempre evidenziato come i numeri di Djokovic di Nadal abbiano svolto un ruolo di cruciale importanza durante l’intero arco della sua carriera. “Credo che se non ci fossero stati loro, ci sarebbe stato qualcun altro. O probabilmente non avrei avuto le motivazioni necessarie per avere la carriera che ho avuto. Non so come spiegarlo, ma penso che avrei raggiunto lo stesso numero di titoli con o senza di loro“, ha commentato Roger.

In quanto a finali Slam, Federer ne ha perse sei contro Nadal e tre contro Djokovic. Questo significa che avrebbe potuto aggiungere in bacheca fino a nove altri trofei major, per un totale di 26. Ma, come lui stesso ha ammesso, se ci fosse stato un altro avversario in finale, chi dice che non avrebbe potuto vincere quest’ultimo? È vero, ma il dubbio, specie nella testa dei tifosi più accaniti, rimarrà sempre.

IL GRANDE BALLERINO – Un dubbio ce l’ha anche lo “Scriba” Gianni Clerici. In una bella intervista a SuperTennis, il famoso giornalista si è soffermato soprattutto sul fatto che, con l’evoluzione delle tecnologie, non si sa più quali siano i reali meriti dei tennisti moderni rispetto a quelli del passato. “Con queste racchette io sarò sempre in dubbio se è il giocatore che fa qualcosa di buono o è la macchina”, ha commentato. “Adesso, a parte Federer, ci vogliono i muscoli. Il tennis è diventato uno sport di muscolo come quasi tutti”. Clerici, dall’alto della sua lunga storia, non sembra divertirsi più come una volta guardando il tennis attuale, anche se si dice stupito dalla longevità dei giocatori: “È sorprendente che le carriere riescano a raggiungere i 30 anni e oltre con la fisicità attuale del tennis.” Ovviamente merita un discorso a parte il Maestro svizzero, dichiarato, più che un grande tennista, un “grande ballerino”.

MANCA POCO – Quest’ultima definizione troverà sicuramente d’accordo i numerosi fan del basilese, tutti in attesa del tanto agognato 18° Slam. Molti di loro però – mossi da un’ottica più a breve termine – aspettano semplicemente di rivederlo in campo speranzosi di rifarsi gli occhi dopo i tanti mesi di noiosa assenza. Loro saranno accontentati nei prossimi giorni: la partecipazione di Roger all’IPTL è infatti confermata dal sito ufficiale dell’evento per il giorno 10 Dicembre.

Il rientro è dunque alle porte, anche se resta da vedere in quali condizioni avverrà. La scorsa domenica Roger, invitato dalla Mercedes ad assistere al GP di Abu Dhabi, in un’intervista dai box ha infatti confessato che “in un certo senso, sono guarito dall’infortunio. Non gioco però un match dallo scorso Wimbledon, resta quindi da vedere in quali condizioni rientrerò a gennaio, ma per saperlo ho bisogno di partite. Sono davvero entusiasta di tornare sui campi, mi sono allenato abbastanza fino ad oggi e adesso non vedo l’ora di giocare di nuovo”.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianni Debella - 1 giorno fa

    Tfi in pensione avanti i giovani i vecchi anno rotto i coglioni con ste affermazioni che torneranno piu forti di prima affanculo le chiacchere .questi vogliono fare le star fino a 80anni…. che vadino affanculo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Francesca De Palo - 2 giorni fa

    Io amo la danza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabrizio Scalzi - 2 giorni fa

    Grande umiltà da parte di Roger, ma in cuor suo sa benissimo che Woodbridge ha ragione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy