Fabio Fognini e Flavia Pennetta, sposi-modelli di Armani per un giorno

Fabio Fognini e Flavia Pennetta, sposi-modelli di Armani per un giorno

Lo aveva annunciato alcuni giorni fa via social e ieri ne ha dato la conferma. Fabio Fognini, numero 13 del mondo, sarà il nuovo testimonial per EA7 e sfoggerà, nei campi di tutto il mondo, il famoso brand italiano a partire dal 2019. L’abito non fa il monaco recita un vecchio detto, ma quest’anno, e non solo, abbiamo avuto la riprova che l’abbigliamento, nel Tennis, è tutto o quasi.

di Giuliana Cau

Dal Gennaio 2019 Fabio Fognini sarà un Uomo Armani e vestirà, per la prima volta nel mondo del Tennis, il prestigioso marchio italiano di proprietà dello stilista piacentino, oggi ottantaquattrenne. Nessuno come Fabio e prima di Fabio, per una volta a capo di una novità assoluta nel panorama tennistico mondiale. Per l’occasione, il ligure, è stato protagonista di un set fotografico accompagnato dalla moglie Flavia Pennetta, apparsa in perfetta forma a poco più di un anno di distanza dalla nascita del piccolo Federico, primogenito della coppia. Infatti il contratto, di durata pluriennale, interesserà anche la campionessa slam che poserà per la linea underwear. Fognini, invece, sponsorizzerà sia la linea sportiva sia quella intima, cercando di ampliare la visibilità della nota casa di moda anche nell’universo sportivo laddove, Giorgio Armani, aveva osato solo per la propria squadra di Basket, la Ax Armani Exchange Olimpia Milano, campione d’Italia in carica e vincitrice di ben ventotto scudetti. Archiviato il contratto con la Hydrogen, che ha ringraziato Fognini per la collaborazione biennale e che ora ha promosso Dustin Brown in qualità di testimonial, Fabio dal Gennaio 2019 cambierà completamente look, passando alle tonalità del nero e del grigio, con un design ardito che prevede un effetto sfumato e una fantasia “a cella d’ape”. Un esordio forte quindi, per distinguersi fin da subito nel panorama della moda tennistica che, nella stagione appena trascorsa, era stato timidamente accennato da un’altra marca italiana, ovvero la Lotto, in particolar modo nella linea femminile che ha proposto completini brillantinati dai colori cangianti e dalle fantasie alternative. Il tennista di Arma di Taggia a Gennaio debutterà nell’ATP 250 di Auckland, in Nuova Zelanda, torneo preparatorio in vista degli Australian Open dove Fognini si presenterà da numero 13 del mondo, chiamato a difendere e migliorare (se possibile) gli ottavi di finale raggiunti nel 2018.

Fognini: brand Armani al completo
Fognini: brand Armani al completo

Questo ulteriore sodalizio modaiolo è in linea con la nuova tendenza, portata avanti da molti tennisti tra cui Novak Djokovic e Roger Federer, di unire il proprio vestiario personale a quello sportivo. Infatti nel 2017 l’attuale numero uno del mondo ha firmato un lauto contratto con Lacoste, diventando il nuovo Coccodrillo made in France, mentre nel Giugno di quest’anno il campione svizzero ha siglato un accordo addirittura decennale con il marchio giapponese, dopo aver concluso in modo abbastanza inaspettato il rapporto ventennale con la Nike, a cui però è rimasta la proprietà del marchio RF. Per Fabio Fognini questa nuova avventura, dettata sicuramente più dal sapore economico che non da reali esigenze estetiche, potrebbe essere un buon viatico per rinnovare non solo il proprio look ma anche la propria attitudine in campo, e la nuova partnership potrebbe rivelarsi uno stimolo concreto per approcciarsi con determinazione alla imminente stagione che lo attende. D’altronde gli sponsor in genere sono molto generosi, ma solitamente in cambio pretendono impegno e serietà da parte del proprio cavallo di battaglia, dunque il ligure dovrà ambire a non tradire le attese cercando di dare il massimo fin dai primi appuntamenti. Ovviamente l’obiettivo, come più volte dichiarato dallo stesso Fognini, è la conquista della top ten, traguardo non impossibile se allenamenti e motivazione saranno il nodo pulsante del numero uno d’Italia dalla ripresa degli allenamenti fino all’inizio della stagione. Sicuramente anche Giorgio Armani si aspetta questo da lui, ma soprattutto se lo aspetta la grande platea di appassionati che da anni desidera vedergli occupare un posto che, di fatto, è ampiamente alla sua portata. Vestito di tutto punto poi sarebbe l’apoteosi del Made in Italy, accompagnato dalla moglie Flavia Pennetta il Non Plus Ultra per eccellenza.

http://www.tenniscircus.com/senza-categoria/armani-sara-il-nuovo-sponsor-di-fabio-fognini/

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Monfasani - 2 settimane fa

    Mi ricordo un completo di Dolce e Gabbana per Volandri a Wimbledon nel 2004 o 2005…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vera Angioi - 2 settimane fa

    Complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nadia Zanasi - 2 settimane fa

    Ma quanto sono belli?? Grande Armani hai scelto benissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Natalina Garavaglia - 2 settimane fa

    Belli spero che nel 2019 vinca uno slam come la moglie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniela Narducci - 2 settimane fa

    Ho visto alcuni scatti e sono splendidi sia loro come modelli, che ciò che indossano. Bello che Armani li abbia scelti entrambi. Poi speriamo che arrivino risultati ottimi anche nel 2019 per Fabio… Sarebbe un bel modo per ripagare Armani della fiducia. :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giuliana Cau - 2 settimane fa

      Lei è sempre in ottima forma, lui è un bel ragazzo. Speriamo di vederlo in buona forma e pronto per una bella stagione da Gennaio in poi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniela Narducci - 2 settimane fa

      Giuliana Cau Sì, speriamo che la caviglia non gli dia più noie. Si diceva che si sarebbe dovuto operare, ma non ne ho saputo più niente… Tu sai qualcosa in merito?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giuliana Cau - 2 settimane fa

      Daniela no, dell’operazione non ho notizia. Ma in realtà credo fosse solo una distorsione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Daniela Narducci - 2 settimane fa

      Giuliana Cau Speriamo, dai. Anche se comunque una distorsione procura noie in eterno… Almeno che Fabio venga lasciato in pace dagli acciacchi ci spero proprio. Si poteva giocare l’accesso alle Finals quest’anno. Poi sappiamo com’è finita. :(

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Giuliana Cau - 2 settimane fa

      Non doveva cannare alcuni tornei, soprattutto il RG dove è andato fuori subito e doveva tentare di arrivare agli ottavi degli US Open; lo frega la continuità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Daniela Narducci - 2 settimane fa

      Giuliana Cau purtroppo sì… ma nella seconda parte dell’anno era riuscito a trovare una regolarità che non gli avevo mai visto. Negli Slam ha di queste pecche, purtroppo… mi auguro che possa comunque trovare una buona continuità anche in chiave Slam. Perlomeno per regalarsi qualche soddisfazione personale migliore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Giuliana Cau - 2 settimane fa

      Daniela nel 2013 era stato abbastanza continuo. Purtroppo ora non è nemmeno più giovanissimo. Speriamo bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Daniela Narducci - 2 settimane fa

      Giuliana Cau incrociamo le dita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonietta Ricci - 2 settimane fa

    Bellissimi e bravissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Monia Pieri - 2 settimane fa

    Anche noooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nadia Zanasi - 2 settimane fa

      Monia Pieri che cattiveria…o solo invidia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marisa Volpe - 2 settimane fa

    Testimoni nel mondo di bravura e stile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy