Indian Wells, “Behind the Scenes”: alla scoperta del Tennis Garden

Indian Wells, “Behind the Scenes”: alla scoperta del Tennis Garden

Masters 1000, oltre al Centrale c’è di più. Vi portiamo alla scoperta di una delle strutture più imponenti del circuito: il Tennis Garden

Il BNP Paribas Open è il primo evento Combined della stagione ed appartiene alle categorie Masters 1000 e WTA Premier Mandatory. Nel corso degli anni il torneo ha assunto diverse denominazioni, tra cui le più recenti “Masters Series Indian Wells” (2000–2001) e “Pacific Life Open” (2002-2008). La competizione risale al lontano 1974, ed è solita andare in scena ogni anno nel mese di marzo a Indian Wells, cittadina della Contea di Riverside, in California. Il complesso che ospita l’evento è situato nella zona di Palm Springs che si trova fra le città di Palm Desert e La Quinta. Qui, si ergono maestose le mura di un autentico tempio dello sport con la racchetta: il Tennis Garden. Nato nel 2000 dal genio dei designer del gruppo Rossetti Associates Architects, il Tennis Garden di Indian Wells si estende per ben 54 acri ed include 29 campi da tennis, tra cui il colossale centrale intitolato “Stadium 1”.

STORIA DEL COMPLESSO — La struttura che oggi ospita l’evento è frutto della collaborazione tra l’ex numero uno d’America, chairman e proprietario del BNP Paribas Open, Charlie Pasarell e del suo partner Raymond Moore, i quali decisero di investire 77 milioni di dollari americani nell’acquisto di 88 acri di “sabbia” nel bel mezzo della desertica Coachella Valley. Molti dubitarono della riuscita del progetto, in quanto i maggiori tornei del circuito hanno come casa grandi città metropolitane come Parigi, Londra, New York City e Melbourne. Tuttavia, l’intuizione, ma soprattutto l’ambizione dei due portò a grandi risultati. Fu un successo planetario. Nel 2006 i due precursori decisero di cedere il passo a nuovi visionari: ad acquistare l’Indian Wells Tennis Garden, con grande stupore generale, fu un gruppo di investitori privati tra cui figuravano i proprietari di “Tennis Magazine” George Mackin e Bob Miller; e le ex stelle del tennis Pete Sampras, Chris Evert e Billie Jean King. Nel dicembre 2009 il torneo passò nelle mani del miliardario Larry Ellison (co-fondatore e CEO della Oracle Corporation), attuale proprietario del Tennis Garden e del BNP Paribas Open, nonché quinto uomo più ricco del mondo.

UN COLOSSO IN “GIARDINO” — Il campo principale del Tennis Garden vanta una capacità di 16.100 posti a sedere, il che lo rende il secondo campo da tennis outdoor più grande al mondo (dopo l’Arthur Ashe, US Open) e uno degli stadi più imponenti ed avanzati riservati all’intrattenimento sportivo e non. Di fatto, lo Stadium 1 è stato teatro di grandi sfide, come quella andata in scena nel 2008 tra i Denver Nuggets e i Phoenix Suns, squadre protagoniste della prima partita di NBA giocata all’aperto. Inoltre, nel corso della propria storia, ha anche ospitato grandi nomi della musica, tra cui Andrea Bocelli, The Eagles e The Who. Tornando alla struttura dello stadio, l’altezza e l’inclinazione degli spalti che danno sul court permettono una visione di gioco impareggiabile, e gli innumerevoli comfort di cui esso è dotato rendono il semplice atto di assistere ai match un’esperienza unica nel suo genere. All’interno dello Stadium 1 sono incastonate come gemme 44 lussuose suite per la visione delle partite, una stanza per le conferenze stampa, uno snack bar di 6.000 mq, numerose cabine di commento e, naturalmente, gli spogliatoi riservati ai giocatori.

NELLO STADIUM 2 SI MANGIA GIAPPONESE — Lo stesso tipo di trattamento è riservato agli spettatori del secondo campo, dotato complessivamente di 8.000 poltrone. Qui, gli ospiti possono godere dello spettacolo tennistico mentre vengono serviti ai tavoli di tre differenti ristoranti che affacciano direttamente sul rettangolo di gioco. Fra questi, troviamo il celebre ristorante giapponese Nobu, di proprietà dell’imprenditore e attore nipponico Nobu Matsuhisa.

Nobu Indian Wells

ALTRI SERVIZI E INIZIATIVE — In totale il Tennis Garden include 29 campi da tennis, tra cui 11 per i match ufficiali, 6 per gli allenamenti, e 2 in terra Har-Tru. All’interno di un complesso simile non possono naturalmente mancare le strutture sanitarie; a Indian Wells, infatti, è possibile usufruire della consulenza di grandi professionisti del settore ed effettuare visite a pagamento. Durante il corso della stagione, l’Indian Wells Tennis Garden è un circolo a tutti gli effetti che ospita anche altri eventi tennistici, come quelli organizzati dall’USTA  (United States Tennis Association) a cui possono prendere parte anche i più piccini della categoria junior. Inoltre, durante la settimana, i membri del Tennis Club possono usufruire dei campi per confrontarsi in partite individuali disposte direttamente dai professionisti dello staff.

Indian Wells Tennis Garden Media Deck

RESTYLING E LA MISSIONE DI ELLISON — Dopo l’edizione del 2013 del BNP Paribas Open, il Tennis Garden è stato sottoposto a grandi lavori di espansione e ristrutturazione che hanno visto la nascita di: Stadium 2, Tennis Garden Village (18,000 mq), una zona riposo, due zone ombra di 19.000 mq, 23 campi illuminati, una press room dotata di 108 posti a sedere, 18 cabine di commento, 8 acri di spazio espositivo outdoor, 54 acri di spazio adibito a parcheggio per gli ospiti ed un nuovo ingresso ai grounds situato in prossimità di Washington Street dotato di box office e di una ulteriore zona parking di 2,000 posti. Nei grounds sono state costruite anche delle imponenti torri d’informazione e installati numerosi maxischermi per non perdersi neanche un momento del grande tennis. Ricordiamo anche gli importanti lavori di ristrutturazione a cui sono stati sottoposti gli spogliatoi destinati ai giocatori e la fitness area. Quella appena descritta potremmo definirla un’impresa colossale, difficilmente replicabile, specialmente se si prende in considerazione il tempo impiegato. Difatti, gran parte dei lavori sono stati ultimati in poco meno di un anno, giusto in tempo per l’inaugurazione dell’edizione 2014 del BNP Paribas Open. Questa è una delle ragioni per cui, anno dopo anno, Indian Wells si conferma uno dei più grandi eventi del circuito, tanto da essere considerato il “Quinto Slam”.

IDENTIKIT

Nome: BNP Paribas Open

Superficie: cemento

Location: Indian Wells Tennis Garden

Montepremi: $6,993,450

Direttore: Tommy Haas

Detentore singolare maschile: Novak Djokovic

Detentrice singolare femminile: Victoria Azarenka

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy