Tathiana Garbin: ” Sono favorevole alla presenza degli allenatori in campo in modo continuativo “

Tathiana Garbin: ” Sono favorevole alla presenza degli allenatori in campo in modo continuativo “

Commenta per primo!

Abbiamo avuto la fortuna di effettuare una bella chiacchierata telefonica con Tathiana Garbin voce di Supertennis e responsabile delle giocatrici under e over 18 per la Fit.
Era appena terminato il match tra la Paolini e la Dentoni durato più di tre ore valido per le Pre-Qualificazioni degli Internazionali Bnl. Ci ha dato l’impressione di una donna innamorata del nostro sport e felice di svolgere la professione “ tennistica”.
Wta-Tennis-img1091_678

In pochi minuti si è creato un clima di amicizia e un’atmosfera di reciproca simpatia. L’ex tennista azzurra ha confessato di essere dispiaciuta per il “ divorzio “ Errani-Vinci e ha espresso la sua opinione favorevole alla permanenza fissa del coach a fianco del tennista in campo. Il suo obiettivo è di portare una giocatrice nelle prime 100.

“ Ciao Tathiana grazie per aver accettato l’invito.

Parlaci come è avvenuto il tuo incontro con il  nostro sport.

Da piccolissima ho conosciuto vari sport perché i miei genitori giocavano a tennis e praticavano lo sci. Ho conosciuto la racchetta a 3 anni e praticavo tanti sport, tra cui lo sci ed il nuoto. Perché la mia famiglia era una famiglia di sportivi.

Quando hai capito che poteva diventare la Tua professione? 

In realtà da giovane non vincevo moltissimo.
A 18/19 anni sono entrata nel mondo dei professionisti e ho capito che sarebbe diventata la mia professione.

Quale successo ricordi con maggior piacere della Tua carriera? 

Sicuramente la vittoria contro la Henin al secondo turno del Roland Garros nel 2004Ricordo ancora il passante di rovescio che mi permise la vittoria. Il turno successivo persi con la Zheng dopo una dura battaglia.

Passiamo alla Tua attuale “ occupazione “ Ti piace il ruolo di coach e che differenze trovi con quella di giocatrice? 

Io sono responsabile per la federazione delle giocatrici under e over 18. Quando fai l’allenatrice devi spogliarti delle tue vesti di giocatrice e devi saperlo fare molto bene. Quando giocavo ancora aiutavo saltuariamente il mio allenatore seguendo le tenniste di cui lui era coach. Ho seguito Francesca Schiavone sino alla vittoria di Parigi 2010. In quel periodo seguivo la Oprandi.
173498
Sappiamo che segui Alice Matteucci parlaci di lei e dei suoi programmi.

Alice ha un potenziale veramente grande però ha bisogno di lavorare molto sulla parte mentale. Non ha grandi necessità per la parte atletica e tecnica. Mi piacerebbe poter bruciare le tappe con lei.

A parte Alice segui qualche altra giocatrice ?

Seguo la Burnett, la Paolini e la Trevisan e la milanese Turati. Sto lavorando con loro in quanto la Fit vuole puntare sui giovani e vuole investire molto su di loro.

Che idea Ti sei fatta del divorzio sportivo nel doppio tra la Vinci e Sara Errani? 

Sicuramente hanno già vinto tutto. Personalmente mi è dispiaciuto tantissimo perché sono mie amiche. Sara ha voluto concentrarsi più sul singolare. Si sono date obiettivi diversi. Ho letto che è stata una scelta condivisa.

Quali obiettivi Ti poni per questa stagione?

Vorrei poter portare una giocatrice tra le prime 100 al mondo che possa calcare palcoscenici importanti come ad esempio Roma.

Sappiamo che collabori con Supertennis parlaci di questa esperienza vista la vicinanza con gli Internazionali di Roma.
Anche quest’anno sarai protagonista a Roma ?
0
Mi piace tantissimo siamo una squadra unita. Si vive un bellissimo ambiente in quanto siamo tutti giovani e lavoriamo divertendoci. Ci capita spesso di fare nottate in piedi senza finire mai di parlare di tennis.

Cosa pensi della proposta di abolire la seconda palla di servizio?

Sono contraria perché snaturerebbe il tennis. Sono favorevole alla presenza degli allenatori in campo in modo continuativo

Grazie Tathiana ed in bocca al lupo per la tua carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy