Australian Open 2015: Simone Bolelli e Fabio Fognini scrivono la storia del tennis italiano

Australian Open 2015: Simone Bolelli e Fabio Fognini scrivono la storia del tennis italiano

Simone Bolelli e Fabio Fognini ci sono riusciti, hanno lasciato un segno nella storia del tennis italiano, battendo 6-4, 6-4 i francesi Nicolas Mahut e Pierre-Hugues Herbert.

Era dal 1959 che un Titolo di uno Slam nella categoria doppio maschile non si colorava della nostra bandiera italiana.

Gli ultimi a riuscirci erano stati Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola aggiudicandosi  il Titolo al Roland Garros battendo in finale gli australiani Roy Emerson e Neale Fraser (6-3 6-2 14-12). Da allora sono passati esattamente 56 anni. Troppo tempo, anche se ciò rende l’occasione ancora più speciale.

Oggi il tennis italiano è in festa e la vittoria, oltre ad essere di grande soddisfazione, porta l’Italia ad essere protagonista più che mai nel doppio. Dopo le Chichis, anche il tennis maschile ha regalato finalmente un momento di gloria.

Gli azzurri sono scesi in campo alle 12.15 circa (ora italiana), dopo la premiazione di Serena Williams, e hanno giocato al coperto a causa della pioggia che ha colpito Melbourne in serata.

I francesi, dopo essersi aggiudicati il primo game del match, si sono velocemente portati in vantaggio 3-1. I due “guerrieri” non si sono lasciati andare ed hanno rimontato vincendo il primo set 6-4.

[fnc-sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=jcefMZO1xX4″ />

Anche il secondo set parte con il vantaggio dei francesi che conducono 1-0. La partita si è poi decisa sul 4-4 quando gli azzurri hanno salvato due palle break. Sulla battuta dei francesi, finalmete arriva il break. 5-4 per l’Italia, cambio campo e si serve per il Titolo.

In un’ora e 23 minuti arriva il momento tanto sognato e voluto ed ora si lascia spazio ai festeggiamenti.

Un momento inaspettato sotto un certo punto di vista; un momento di festa, un giorno da segnare sul calendario.Tutti i complimenti vanno alla coppia di azzurri che probabilmente ha creduto fin dall’inizio di poter raggiungere questo traguardo.

Augurandoci che questo sia il primo di una lunga serie di successi della coppia vincente Bolelli- Fognini, vi lasciamo alle dichiarazioni rilasciate a Super tennis prima della finale di oggi, segno di quanto fossero determinati ad alzare la coppa:

Simone: “Ci fa piacere essere i primi azzurri ad approdare in una finale Slam dal 1959, stiamo facendo una gran cosa. Per noi è la prima finale in uno Slam ed nel terzo set contro Rojer e Tecau eravamo sotto di un break. Ora speriamo di riscrivere di nuovo la storia portando a casa il titolo. Ci proveremo contro Herbert e Mahut che, anche se giocavano qui insieme per la prima volta sono affiatati e soprattutto sono una coppia di specialisti, Noi siamo un doppio atipico, ci piace giocare da fondo per poi andare avanti”.

Fabio: “Essere affiatati è fondamentale, sostenendoci a vicenda siamo riusciti a restare in partita dopo il break subito nel terzo set. La chiave è stata quella: non mollare di un millimetro. Ora ci vogliamo godere questo momento. Dopo due semifinali perse ecco la prima finale di Slam in doppio. E’ un altro pezzettino di storia del tennis italiano”.
trofeoSe essere arrivati in finale aggiungeva un pezzettino di storia italiana, aver alzato il Trofeo ne sigillerà il ricordo.

BRAVI RAGAZZI!!!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy