Andy Murray si opera all’anca: arrivederci alla stagione su erba

Andy Murray si opera all’anca: arrivederci alla stagione su erba

Lo scozzese si è sottoposto con successo all’operazione all’anca dolorante. I tempi di recupero sono sui sei mesi circa. Tornerà il tennista cannibale del 2016?

di Simone Marasi, @Simone_Marasi

Operazione riuscita per Andy Murray. L’ex numero uno del mondo si è sottoposto alla tanto discussa operazione all’anca per risolvere una volta per tutte i problemi che si trascina ormai dallo scorso Wimbledon, torneo dopo il quale non ha più messo piede in campo in un match ufficiale. I mesi necessari alla riabilitazione saranno circa sei, e lo vedremo nuovamente in campo nei tornei pre-Wimbledon. Il ranking finirà per proiettarlo parecchio in basso, visto che non potrà difendere i punti guadagnati del primo semestre del 2017, ma potrà comunque usufruire del ranking protetto per poter partecipare ai tabelloni dei tornei.

Parlando alla BBC Murray ha riferito: “Il chirurgo è contento di com’è andato l’intervento. Sono ottimista per il futuro, non ho ancora chiuso con il tennis e tornerò a giocare ad alti livelli, ma riprenderò solo quando starò davvero bene”. Inoltre lo scozzese ha comunicato attraverso i social dell’intervento, ringraziando i propri fan per il supporto: Quest’oggi mi sono sottoposto all’intervento all’anca destra all’ospedale St. Vincent a Melbourne. Vorrei ringraziare il dottor O’Donnell e tutto lo staff che si è preso cura di me. Voglio tornare in prossimità della stagione sull’erba. possibilmente prima, ma ancora non sono certo di nulla e non voglio fissare una data. non mi serve. Voglio tornare quando sarò in forma e pronto a giocare, senza ritrovarmi in situazioni come quella di Brisbane o di New York lo scorso anno, in cui non stavo bene e non ero sicuro di poter giocare. Tornerò quando starò bene.”.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fausto Achilli - 11 mesi fa

    Caro Andy credo la tua carriera da tennista sia terminata Auguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Romeo Chierici - 11 mesi fa

    Paolo Iemmi il prossimo sei tu ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Iemmi - 11 mesi fa

      A diventare cannibale e basta però….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Loretta Borel - 11 mesi fa

    Oggi l’operazione all’anca è molto meno invasiva di una volta . Protesi piccolissime e passano dall’inguine . Certo i tempi non sono brevissimi ma sicuramente riuscirà di nuovo a giocare bene .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rosella Rossa Rosa - 11 mesi fa

    Mannaggina ma perché nn l’ha fatta prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ombretta Rubini - 11 mesi fa

      Già mi spiace proprio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fabrizio Grasso - 11 mesi fa

      Sperava di farcela senza rischiare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Rosa Abbati - 11 mesi fa

    In bocca al lupo Murray!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Brunella Tamagna - 11 mesi fa

    Forza….i tempi di recupero possono essere anche meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy