Atp 2017: l’anno della next generation?

Atp 2017: l’anno della next generation?

Nel circuito maschile i grandi tornei, e non solo quelli, vengono vinti quasi esclusivamente da giocatori affermati mentre la classe dei ventenni stenta a decollare. Questa tendenza potrebbe cambiare nella nuova stagione ormai alle porte.

Il circuito Atp è un Paese per vecchi. O almeno non è un posto per i giovanissimi. Sono anni che i soliti noti si aggiudicano i tornei dello Slam e i Master 1000, lasciando le briciole agli altri e questa situazione si riflette inevitabilmente sul ranking. Il 2017 però, potrebbe segnare l’inizio di un nuovo corso, con tornei più equilibrati e le nuove leve pronte a recitare un ruolo da protagonisti nel circuito.

RANKING E TITOLI – L’ultima classifica mondiale del 2016 ha visto 3 under 25 nella top 20: Thiem, Kyrgios e Pouille. Di questi solo l’austriaco fa parte della top 10 (è ottavo, ma è stato anche settimo). Se allarghiamo la ricerca ai primi 50 giocatori del mondo, il numero dei tennisti con meno di 25 anni sale a 8.
Capitolo vittorie finali nei tornei. Nel 2016 i titoli vinti dai “giovani” (chiamiamoli così) sono 10 sui 68 del circuito Atp: 4 Thiem, 3 Kyrgios e uno a testa per Pouille, Zverev e Khachanov.

CAMBIO DI MARCIA – Se questi numeri sono poco più che discreti, nel nuovo anno la “next generation” dovrà fare il salto di qualità per quanto riguarda i grandi tornei, dove nella passata stagione non ha quasi mai avuto voce in capitolo (i best results restano la semifinale di Thiem al Roland Garros e quelle di Kyrgios a Miami e Pouille a Roma). Il 2017 può essere l’anno giusto perché si prospetta una stagione con poche certezze ai “piani alti”. Murray riuscirà a sopportare la pressione del numero 1? Djokovic tornerà ad essere il fenomeno che è stato fino a maggio? E Federer e Nadal saranno in grado di recuperare al 100% dagli infortuni? Raonic e Nishikori sapranno fare il salto di qualità che non hanno mai realizzato?

NUOVA ERA? – Le incognite sono tante e lo spazio per i giovani non manca. La straordinaria e irripetibile era dei Fab Four sembra essere agli sgoccioli e in tanti, a partire dai più giovani, dovranno essere in grado di approfittarne. Conquistando finali e vittorie nei tornei più importanti ed entrando nella top 5 del ranking. Il tennis è uno sport esigente e impaziente, loro dovranno farsi trovare pronti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy