Atp Cincinnati: bene Djokovic, Wawrinka supera l’ostacolo Schwartzman

Atp Cincinnati: bene Djokovic, Wawrinka supera l’ostacolo Schwartzman

Il campione di Wimbledon batte Steve Johnson in due set (6-4, 7-6) e si guadagna la sfida con Mannarino. Lo svizzero conferma i progressi visti a Toronto ed elimina un osso duro come Schwartzman (6-2, 4-6, 6-3), al secondo turno lo attende Nishikori. Isner perde il derby con Querrey

di Marco Castro, @marcocastro2906

Il programma della seconda giornata del Southern & Western Open di Cincinnati metteva in fondo i match più interessanti del torneo maschile. Novak Djokovic inizia bene l’assalto all’unico Masters 1000 che gli è sempre sfuggito in carriera (3 finali) e batte l’americano Steve Johnson per 6-4, 7-6, soffrendo  nel secondo set, chiuso solo all’ottavo match point. Dopo un discreto torneo a Toronto, Stan Wawrinka scala un’altra tacca nel suo processo di recupero e batte il sempre pericoloso Diego Schwartzman (anche se non è la sua superficie) in 3 set (6-2, 4-6, 6-3). Ora lo attende un’altra sfida tosta, contro il buon Kei Nishikori.

NOLE FATICA UN PO’ – In un primo set dominato dalla legge del servizio, non si vedono palle break fino al nono gioco, quando un po’ a sorpresa è Johnson ad avere una possibilità di allungare. Djokovic non si fa trovare impreparato e nel gioco successivo è lui a piazzare il break che vale il set. Il serbo cavalca il momento mentre Johnson esce dalla partita, facendosi breakkare a 0 all’alba del secondo parziale. Sembra tutto facile per Nole, ma l’americano non molla. Inizia una partita completamente diversa, con le percentuali al servizio che calano drasticamente e l’inerzia della partita che cambia repentinamente padrone. Johnson vince 4 game di fila e diventa padrone del set, ma Djokovic non ci sta e pareggia i conti sul 4-4. Il serbo è famelico, mentre il suo avversario sembra ormai alle corde. L’americano è costretto ad affrontare per 7 match point nei successivi due turni di servizio, ma si salva e porta il match al tiebreak. Qui, dopo un paio di errori iniziali, Djokovic non sbaglia più e chiude l’incontro nonostante qualche patema di troppo. Il suo prossimo avversario è Mannarino, giustiziere di Marco Cecchinato.

DAI STAN – Due vittorie e la sconfitta col futuro campione Nadal a Toronto avevano fatto ben sperare nel processo di recupero di Wawrinka dopo il calvario. Stan continua il suo buon momento anche a Cincinnati e con Schwartzman non era così scontato. Il primo set è tutto a marca svizzera, con il 3 volte campione Slam che non concede nulla al servizio e un argentino invece piuttosto traballante in fatto di percentuali e continuità di gioco. Dopo aver perso il primo 6-2, Schwartzman comincia a buttarla sulla lotta, mentre Wawrinka fa un po’ di fatica. Lo svizzero risponde a un primo break, ma sul secondo deve cedere il set. Parità. Nel parziale decisivo Stan torna ad essere molto solido al servizio. Schwartzman salva tre palle break, ma alla quarta capitola e nonostante un moto d’orgoglio nel turno di risposta successivo cede con l’onore delle armi. Nona vittoria stagionale per Wawrinka, trust the process.

 

Masters 1000 Cincinnati – primo turno

B. Klahn b. M. Marterer 7-6(1), 6-4
B. Paire b. D. Ferrer 6-2, 6-2
S. Querrey b. J. Isner 6-4, 6-7 (5), 7-6 (5)
J. Chardy b. F. Verdasco 6-1, 6-2
S. Wawrinka b. D. Schwartzman 6-2, 4-6, 6-3
N. Djokovic b. S. Johnson 6-4, 7-6(4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy