Atp Dubai, avanza Fabbiano, out Bolelli

Atp Dubai, avanza Fabbiano, out Bolelli

Thomas Fabbiano dopo le qualificazioni supera anche il primo turno, mentre Bautista Agut si rivela troppo forte per Simone Bolelli.

Commenta per primo!

Inizio di giornata agrodolce per i colori azzurri al Dubai Duty Free Championship, con Simone Bolelli che cede in due set allo spagnolo Bautista Agut, e raggiunge la quarta eliminazione al primo turno, di questa stagione.

Il primo set vola via rapido, più per demeriti di Bolelli che per meriti di Bautista, con il bolognese troppo falloso, poco supportato anche dal servizio, che non riesce a opporsi allo spagnolo, che dal canto suo si affida alla regolarità, preoccupandosi principalmente di allungare gli scambi, nell’ attesa di un errore di Bolelli che purtroppo puntualmente arriva. Bastano così 31 minuti all’ iberico per portarsi sul 6-2, che dopo essersi assicurato un doppio break di vantaggio ad inizio match, ha amministrato senza problemi, servendo tante prime di servizio, che si sono trasformate in altrettanti punti.

Nel secondo set, un Bolelli più concreto cerca di riaprire il match, lottando ad armi pari con lo spagnolo, ma nel settimo game, dopo un turno di servizio interminabile, nel corso del quale ha avuto sette opportunità per portarsi avanti 4-3, finisce per pedere la battuta, e di conseguenza le residue speranze di rientrare in partita.

 

Ma la buona notizia arriva da Thomas Fabbiano, che in questo 2016 ha già superato le qualificazioni in tre occasioni, arrivando fra i primi 140 giocatori del mondo; bella vittoria per il giocatore pugliese, che ha sconfitto in due set Leonardo Mayer, numero 40 del ranking, con il punteggio di 6-3 6-4.

Thomas Fabbiano

L’ azzurro, dopo aver annullato tre palle break, nel game inaugurale del match, ha preso coraggio ed ha combattuto ad armi pari, con un avversario più esperto come l’ argentino, assicurandosi la vittoria grazie ad una buona prestazione, dove ha sfruttato al meglio le occasioni concessegli da Mayer. Ora Fabbiano attende il vincente di Sousa – Berdych, sognando una sfida impossibile ma comunque piena di fascino col giocatore ceco.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy