Atp Kitzbühel: Berrettini si arrende a Jarry

Atp Kitzbühel: Berrettini si arrende a Jarry

Matteo Berrettini è stato sconfitto da Nicolas Jarry, con il punteggio di 7-5 6-3, in quasi un’ora e mezzo di gioco. Il tennista romano, nonostante abbia realizzato una prova discreta, ha avuto difficoltà ad esprimersi ai suoi livelli migliori in occasione delle fasi fatidiche della gara, risentendo probabilmente del grande dispendio energetico profuso nel corso delle ultime due settimane di competizioni. Le semifinali saranno: N.Jarry/D.Istomin e J.Munar/M.Klizan.

di Federico Gasparella

La cronaca della gara tra Mattero Berrettini e Nicolas Jarry:

PRIMO SET – La frazione ha avuto uno svolgimento equilibrato, caratterizzata da un elevato rendimento alla battuta ottenuto da parte di entrambi, nonché dalle rare circostanze i cui si sono realizzati dei veri e propri duelli da fondo campo. La propensione offensiva dei due giocatori, infatti, ha fatto si che si sviluppassero azioni rapide, finalizzate all’immediata acquisizione del punto. L’azzurro ha condotto dei turni di battuta pressoché perfetti, in cui ha concesso veramente poche occasioni al cileno. Quest’ultimo, invece, in diverse circostanze ha commesso degli errori di misura, dettati dalla smania di strafare e di compiere il vincente, concedendo alcune opportunità a Berrettini per conquista del break. Tuttavia, all’undicesimo gioco e sul punteggio di 5-5, è stato proprio l’italiano a cedere il primo break della gara. Nonostante si trovasse sul punteggio favorevole di 40-15, il tennista romano ha commesso una serie di leggerezze, tra cui un doppio fallo, che hanno permesso al cileno di rimontare e prendersi il break. Jarry, nel game successivo, ha conservato il turno di battuta ed ha fatto proprio il set per 7-5, pur dovendo annullare ben due palle per il contro break.

SECONDO SET – La partita è proseguita sui regimi della prima frazione, sebbene il cileno, in particolare nel corso dei primi game di battuta, abbia sofferto maggiormente. Ciò nonostante, è riuscito a conservare il servizio anche nei momenti più complessi, poiché Berrettini non ha avuto la necessaria lucidità per concretizzare le occasioni avute a disposizione. Il risultato è stato che, come è accaduto nel primo parziale, è stato l’italiano a cedere il break, precisamente al settimo game, quando Jarry ha capitalizzato l’unica occasione utile (la seconda in tutta la partita). A quel punto, l’azzurro ha manifestato i segni della stanchezza, soprattutto dal punto di vista nervoso, finendo per consegnare un altro break, determinante, al nono game, sullo score di 5-3. Così ha ceduto il set per 6-3 e la partita.

Gli altri risultati:

D.Istomim b.[6] M.Marterer 6-3 6-3

J.Munar – T.Daniel 7-6(3) 6-3

M.Klizan b. D.Lajovic 4-6 7-6(6) 6-2

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Teresa de Lucia - 2 settimane fa

    Va bene Cmq! Bravo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pier Franco Parisi - 2 settimane fa

    In bocca al lupo per i prossimi tornei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dario Giorgi - 2 settimane fa

    Peccato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Steve Togni - 2 settimane fa

    Spingere di più nei punti importanti senza aspettare L errore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emanuela Filippi - 2 settimane fa

    Peccato qualche errorino di troppo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy