Atp Miami: Nadal si libera in due set di Mahut, vince a fatica Nishikori

Atp Miami: Nadal si libera in due set di Mahut, vince a fatica Nishikori

In Florida, buona prova di Nadal che supera in un’ora e mezza l’ostico Mahut, mentre un Nishikori non al meglio sconfigge Delbonis. Ottimo match di Jack Sock, che ha dominato il connazionale Donaldson, invece Berdych l’ha spuntata su Mannarino.

2 commenti

NADAL-MAHUT – Continua a vincere ed a convincere lo spagnolo Rafa Nadal, il quale, nella giornata odierna, ha superato in due set tirati il francese Mahut, ribadendo quanto già espresso dalle nazionali di calcio in serata. L’incontro é stato privo di palle break, ad eccezione del nono gioco del primo parziale, quando l’unica occasione di break è capitata sulla racchetta dell’ex numero uno al mondo, che non se lo è fatto ripetere due volte ed ha piazzato il break che ha poi indirizzato il set a suo favore. Nella seconda frazione, é stato il tie-break a decidere tutto, a causa di un grande equilibrio che ha regnato per molto tempo e non ha permesso ai giocatori di giocare molto sui turni di battuta avversari.  Il tie-break del secondo parziale si é concluso con lo score di 7 punti a 4 in favore del maiorchino, che ha così portato a casa set e match, e nel prossimo turno, i quarti di finale, affronterà l’ultimo americano rimasto in gara, Jack Sock.

DELBONIS-NISHIKORI – Nonostante un enorme fatica, dopo 2 ore ed un quarto, Kei Nishikori è riuscito a portare a casa il match, che lo ha visto opposto all’argentino Delbonis. Il nipponico, seconda forza del seeding, non al meglio della forma come testimoniano i vari MTO da lui richiesti, sarà il prossimo avversario dell’azzurro Fognini, che lo sfiderà domani alle 21 ora italiana. Nel match contro il sudamericano Delbonis, la tds 2 é stata piuttosto bloccata e non è riuscita a trovare il varco giusto per portarsi avanti, ma quest’ultimo si é finalmente fatto vivo nel settimo gioco, quando Nishikori ha messo a segno uno dei due break che gli hanno permesso di vincere il parziale d’apertura 63. Nel set successivo, è stato il suo avversario a prendere l’iniziativa piazzando quasi subito un break ed acquisendo un vantaggio considerevole, poi verificatosi decisivo ai fini del 64 finale, malgrado le molte palle break annullate dal tennista di Azul. Nella terza frazione, i problemi fisici del nipponico sembravano aver preso il sopravvento ed il break conquistato da Delbonis lasciava presagire un imminente scalpo importante; ma così non è stato, poiché il sudamericano ha confermato la presenza di alcune sue lacune in determinati momenti del match ed ha finito per perdere 63, lasciando libera la strada a Kei Nishikori, prossimo avversario del tennista di Arma di Taggia, Fabio Fognini.

GLI ALTRI MATCH – Nei due restanti incontri, hanno portato a casa la vittoria il ceco Berdych e l’americano Sock. La tds 10 ha impiegato un’ora e mezza per battere un Mannarino in ottima forma, ma che oggi ha un po’ lasciato a desiderare sotto vari aspetti, in particolare, come testimoniano i due break subito a 0, il francese si é fatto prendere dalla situazione e, dopo essere andato in svantaggio, non é stato capace di rialzarsi cedendo dunque a Berdych. L’ex Top 10, di fatto, non ha mai rischiato di perdere la partita, bensì ha rischiato di non vincerla, non particolarmente nel primo set, portato a casa grazie ad un break arrivato nel secondo gioco, quanto nella seconda frazione, dove ha offerto varie chances al suo avversario, che però non è stato abile a sfruttarle ed ha perso a causa del break decisivo subito sul punteggio di 5 pari. Come da pronostico, invece, Jack Sock ha passato il turno spazzando via il connazionale Donaldson, forse non ancora pronto per certi palcoscenici, dati i soli 3 games raccolti oggi. Il punteggio è la prova di ciò che si è visto in campo, ovvero un match a senso unico, che ha visto protagonista di Lincoln con qualche sprazzo di buon tennis offerto da Donaldson, il quale ha ceduto molte volte la battuta e peraltro non è stato capace di sfruttare l’unica chance di break, capitatagli nel primo gioco del secondo parziale.

Master 1000 Miami- Ottavi di finale

(10) T Berdych d A Mannarino 63 75

(5) R Nadal d N Mahut 64 76 (4)

(13) J Sock d (Q) J Donaldson 62 61

(2) K Nishikori d F Delbonis 63 46 63

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Geronimo Girolami - 7 mesi fa

    Vince rafa il torneo…. Federer lo vedo male con agut

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto Valvieri - 7 mesi fa

      Anche secondo me vince rafa

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy